Pitino: “Con Auteri lavoreremo in simbiosi per centrare risultati importanti”

Il direttore sportivo del Messina Marcello Pitino

Il Messina è pronto a ripartire. L’appuntamento è fissato nella tarda mattinata di lunedì a Cascia, quartier generale estivo dei peloritani, che si ritroveranno con una ventina di elementi, tra cui i sedici reduci della passata stagione, ai quali si è appena unito Antony Angileri, scuola Sampdoria, in attesa delle successive novità di mercato.

Curva Sud

La Curva Sud nell’aprile scorso (foto Paolo Furrer)

Il direttore sportivo Marcello Pitino spera di dare seguito ai segnali arrivati con il crowdfunding e la campagna abbonamenti: “L’obiettivo è ridare entusiasmo. Io e il mister siamo siciliani. Palermo e Catania si stanno risvegliando e vedere Messina assopita ci dispiace. Mi sono affezionato moltissimo a questa città, arrivando sempre in momenti di difficoltà, quelli in cui si può costruire qualcosa di diverso. Speriamo di rivedere lo stadio come eravamo abituati ad ammirarlo nei tempi d’oro”.

Pitino potrà dare continuità al lavoro avviato nell’ultima sessione invernale, dopo uno dei tanti cambi di management della gestione Sciotto: “Non mi sono mai messo in discussione perché avevo dato il mio contributo cinque anni fa e nel gennaio scorso. Se il presidente avesse fatto altre scelte non sarebbe stato un problema. Mi fa piacere che mi abbia riconfermato anche dopo avere fatto altre valutazioni. L’importante è che non manchino mai passione, determinazione e competenza come abbiamo cercato di fare noi”. 

Zafferana Etnea

L’anno scorso il Messina aveva svolo la preparazione estiva a Zafferana Etnea

Sono già stati selezionati i primi quattro nuovi under negli stage giovanili svolti nei giorni scorsi a Santa Lucia del Mela: “L’allenatore è il valore aggiunto e non lo dico per esaltare le qualità di Auteri. Tra di noi c’è una simbiosi che è fondamentale nelle condizioni in cui siamo oggi dal punto di vista logistico. Partiamo da una buona base, è un viatico importante. I quattro under che sono stati scelti hanno convinto sia me che lui: avevamo appuntato gli stessi numeri di maglia nel corso dell’allenamento…”. 

Il Messina parte qualche settimana dopo rispetto ad altre contendenti ma per Pitino nessun traguardo è precluso: “Il ritardo ci penalizzerà però le valutazioni sono state ponderata con serenità ed è un vantaggio. Dal punto di vista operativo un mese fa potevi chiudere altre trattative di mercato ma faremo comunque scelte importanti”. 

Pitino e Auteri

Il ds Pitino e il tecnico Auteri per la quinta volta assieme (foto Paolo Furrer)

Il direttore invoca la collaborazione dei gruppi organizzati: “Ai tifosi del Messina chiedo pazienza, anche se hanno sofferto tanto perché ci sono stati tanti fallimenti. Devono darci l’opportunità di lavorare e poi valuteranno i fatti. Alla fine tutti assieme riusciremo a prenderci soddisfazioni importanti. Cercheremo di farli soffrire il meno possibile”.

Auteri ha rinunciato a una bella fetta del suo ingaggio pur di rientrare nella sua Sicilia: “Il mister mi ha detto che noi siamo diventati degli azionisti del Messina perché abbiamo accettato con trasporto, mettendo da parte l’aspetto economico. Chi dovrà approcciare questo progetto dovrà avere la nostra stessa motivazione. Alla fine se hai bisogno della ciliegina dovrai fare uno sforzo ma il 90% del gruppo e parlo pure di massaggiatore, magazziniere e giardiniere, dovrà avere questo spirito. Il budget è fondamentale ma non è determinante”.

+ posts

Direttore di MessinaSportiva, che ha fondato nel 2005. Ha lavorato nelle tv private messinesi TeleVip e Tremedia per 13 anni, nella carta stampata ("Il Dubbio" e il "Quotidiano di Calabria") e per 6 anni presso la Scuola di Giornalismo della Lumsa di Roma

+ posts