Il Messina annuncia l’acquisto di Antony Angileri. Era rientrato alla Sampdoria

AngileriAngileri opera un traversone (foto Paolo Furrer)

L’Acr Messina ha ufficializzato il primo acquisto della sessione estiva. In una nota stampa il club ha comunicato di aver acquisito il diritto alle prestazioni sportive del calciatore Antony Angileri. Il difensore, nato ad Alcamo il 27 marzo 2001 e già in maglia giallorossa nella seconda parte dello scorso campionato, si lega al Messina per un anno con opzione per il successivo. Per lui nel passato torneo sei apparizioni, le ultime quattro da titolare.

Antony Angileri

Antony Angileri con la Sampdoria fu il miglior difensore del torneo Primavera

Il giocatore si aggregherà alla squadra nel ritiro di Cascia, che scatta lunedì 18 luglio. Angileri era rientrato per fine prestito alla Sampdoria, ma adesso ripartirà dalla Sicilia, portando a sedici il numero di elementi già sotto contratto. Tra loro cinque under in grado di fare minutaggio, considerato che il portoghese Tiago Gonçalves è escluso dal conteggio come tutti gli stranieri.

Questa la rosa aggiornata dell’Acr Messina.
Portieri – Antonino FUSCO (2000), Michal LEWANDOWSKI (1996).
Difensori – Antony ANGILERI (2001), Luigi CARILLO (1996), Maks Juraj CELIC (1996), Tiago Lisboa Silva GONÇALVES (2000), Gabriele MORELLI (1996), Genny RONDINELLA (2001).
Centrocampisti – Nicolò FAZZI (1995), Lamine FOFANA (1998), Amara KONATE (1999), Mattia MATESE (2001), Lorenzo SIMONETTI (1996).
Attaccanti – Ibourahima BALDE (1999), Lorenzo CATANIA (1999), Gian Marco DISTEFANO (2000).

Autori

+ posts

Direttore di MessinaSportiva, che ha fondato nel 2005. Ha lavorato nelle tv private messinesi TeleVip e Tremedia per 13 anni, nella carta stampata ("Il Dubbio" e il "Quotidiano di Calabria") e per 6 anni presso la Scuola di Giornalismo della Lumsa di Roma

The following two tabs change content below.

Francesco Straface

Direttore di MessinaSportiva, che ha fondato nel 2005. Ha lavorato nelle tv private messinesi TeleVip e Tremedia per 13 anni, nella carta stampata ("Il Dubbio" e il "Quotidiano di Calabria") e per 6 anni presso la Scuola di Giornalismo della Lumsa di Roma