Pistunina (Promozione), la voglia di riscatto del bomber Gianluca La Speme

L'attaccante Gianluca La Speme

La SpemeDispiaciuto ma al tempo stesso assai determinato, non solo perché in cerca del primo gol personale della stagione (domenica scorsa ci è andato vicinissimo a S.Angelo di Brolo dove, al rientro da due turni di squalifica ha sbagliato un calcio di rigore), ma anche e soprattutto perché il Pistunina non ha ancora cancellato lo zero nella casella delle vittorie nel girone B di Promozione (appena un pareggio dopo tre partite). Ci vuole ben altro, ad ogni modo, per demoralizzare un bomber di mille di battaglie come Gianluca La Speme, a cui si affida, per la terza stagione di fila, il club del presidente Salvatore Velardo. Lo abbiamo ascoltato al centro sportivo “Messina Sud”, al termine del secondo allenamento settimanale.

Ho grandissima voglia di riscatto, al pari di tutti i compagni  – dice il giocatore classe 1980 – e spero di poterla dimostrare già domenica prossima, in occasione della partita interna con l’Atletico Villafranca. Personalmente ho una media annuale di 15 reti e punto a mantenerla anche in questo campionato, sempre attraverso il fondamentale aiuto della squadra”.

La Speme è convinto che, quest’anno, malgrado le due sconfitte esterne con Torregrotta e Santangiolese, il Pistunina ingranerà subito anche lontano dalle mura amiche. “Siamo partiti col piede sbagliato ma soltanto sul piano dei risultati,in quanto anche quest’anno abbiamo un ottimo gruppo. A penalizzarci sono stati soprattutto gli episodi, ma potrebbe aver pesato anche l’alternanza tra campi in sintetico, erba naturale e terra battuta””.

Quanto agli obiettivi stagionali del club rossonero, malgrado i “colpi” di mercato messi a segno dal diesse Raimondo Mortelliti, ultimo dei quali in ordine di tempo Enrico Durante (messo ko, dopo appena una partita, da coliche renali che ne hanno comportato il ricovero in ospedale), anche La Speme preferisce volare basso, incoraggiato in tal senso a poca distanza dal mister Nello Miano: “Anche quest’anno  dobbiamo puntare a raggiungere la quota-salvezza nel più breve tempo possibile. Prima ci riusciamo e più possibilità avremo di puntare eventualmente ad  obiettivi più importanti”.

Una cosa è certa: nel reparto avanzato Luca La Speme appare molto meno solo rispetto alla passata stagione: se Peppe Amante ha salutato la compagnia dopo appena due partite, con destinazione Sporting Viagrande, in compenso sono arrivati a dargli monforte un giocatore di grande qualità come Pasquale Minissale e un giovane di belle speranze come Prezioso Ghartey (’94). “Sono ragazzi validissimi che daranno un grande aiuto alla squadra, offrendo diverse soluzioni a livello offensivo.  Spero che la loro presenza allenti la morsa dei difensori avversari che di solito finora è stata concentrata soprattutto su di me. Abbiamo tanti giovani validi,a cominciare dai riconfermati che sono notevolmente migliorati”.

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com