Pistunina, è lo svincolato Fabio Campo l’ultimo “colpo” firmato dal diesse Mortelliti

Il neo acquisto Fabio Campo in azione al "Celeste", ai tempi della militanza nel Camàro

Il neo acquisto Fabio Campo in azione al “Celeste”, ai tempi della militanza nel Camàro

Si chiude con l’ennesimo “colpo” di mercato, griffato dal direttore sportivo Raimondo Mortelliti, la settimana di lavoro del Pistunina. Il  terzino-mediano Fabio Campo, classe ’88, svincolato (lo scorso anno militava nella Spadaforese) ha sciolto positivamente la riserva e, dopo diverse settimane di lavoro agli ordini di mister Nello Miano, di cui è stato giocatore alla Nuova Igea (ma ha giocato anche nel Camàro assieme a Mortelliti stesso), si è accordato con la società rossonera di Promozione. La trattativa si è conclusa positivamente alle 20.45, con l’immediato inserimento nella lista dei convocati per la gara casalinga di domenica con l’Atletico Villafranca, di cui non faceva inizialmente parte, quasi un’ora dopo la conclusione dell’allenamento di rifinitura al centro sportivo “Messina Sud”.

Per il resto, dopo l’ennesimo sacrificio compiuto, la dirigenza rossonera si aspetta dalla squadra che cancelli lo “zero” dalla casella delle vittorie in campionato: “La nostra fiducia nella squadra rimane massima – dicono all’unisono il presidente Salvatore Velardo e il consigliere Alessandro Pinizzotto –  per cui ci aspettiamo che rompa il ghiaccio già nella partita casalinga di domenica prossima con l’Atletico Villafranca. La squadra è ottima e si è sempre impegnata, solo che è stata un po’ sfortunata e ha peccato sul piano del carattere e della voglia di combattere. I ragazzi devono ritrovare questi due aspetti che contraddistinguono da sempre la storia del Pistunina”.

Il presidente Salvatore Velardo e il consigliere Alessandro Pinizzotto

Il presidente Salvatore Velardo e il consigliere Alessandro Pinizzotto

Appare abbastanza tranquillo il trainer Nello Miano, che si concede ai taccuini con la consueta grandissima cortesia e signorilità: “Manca solo la vittoria. Non appena la squadra l’avrà trovata – e faremo di tutto affinché arrivi già domenica prossima – vedrete che cominceremo a mettere in carniere i punti per la permanenza, che resta il nostro principale obiettivo stagionale. Anche due anni fa raccogliemmo appena un punto dopo le prima tre partite per poi disputare un’ottima stagione. Mi affido soprattutto ai calciatori più esperti: dovranno essere loro ad infondere serenità e tranquillità ai più giovani, gestendo nel modo migliore il nervosimo durante le fasi delicate di ciascun match”.

E non a caso, tra i convocati, a parte Fabio Campo, l’allenatore roccalumerese ha volutamente inserito capitan Angelo Coppola, sebbene non al meglio della condizione, in virtù della propria indiscutibile capacità di tenere i compagni e lo spogliatoio. L’altra doppia novità è rappresentata dalla new entry del giovane Cassalìa (classe ’96) e dal ritorno dell’attaccante Ghartey (’94). Indisponibili Ginagò (squalificato), Danilo Munafò (reduce da influenza) e Lillo Di Pietro (rotazione tra juniores). Per il resto Miano è soddisfatto anche della condizione atletica: “Abbiamo fatto un bel passo in avanti grazie a un proficuo richiamo atletico. Sono sicuro che la prossima settimana arriveremo sicuramente al 90% “.

Il difensore Francesco Cassalìa

Il difensore Francesco Cassalìa

Ma ecco la lista dei 20 “arruolati”: Paolo Di Pietro, Cisterna, Sgroi, Angrisani, De Maria, Ingemi, Espinosa, Santino Munafò, Maffei, Ghartey, La Speme, Mangano, Cassalìa, Foresta, Briguglio, Costantino, Coppola, Angerame, Campo e Minissale.

Quest’ultimo, grande ex del confronto, anticipa che qualora riuscisse ad andare a segno, la sua scelta sarebbe quella di non esultare.

Commenta su Facebook

commenti