Pianificazione utilizzo impianti sportivi a Milazzo, l’assessore Midili incontra le società sportive

Una veduta notturna dello stadio "Grotta Polifemo"

 

Una veduta dello stadio "Grotta Polifemo"

Una veduta dello stadio “Grotta Polifemo”

L’assessore allo Sport del Comune di Milazzo, Pippo Midili ha incontrato i rappresentanti delle società sportive per quanto riguarda la gestione degli impianti cittadini.  A riunirsi attorno ad un tavolo i rappresentanti delle società di calcio che nei mesi scorsi avevano presentato le istanze al Comune per l’utilizzo degli impianti sportivi.

A conclusione di un intenso dibattito è stata approvata una pianificazione che ha garantito a tutti l’utilizzo delle strutture disponibili.
In base alle indicazioni fornite dall’assessore Midili, il campo “Grotta Polifemo” sarà deputato esclusivamente alla disputa delle partite di campionato delle due squadre “Città di Milazzo” e “Folgore” che hanno raccolto l’eredità del Milazzo, mentre gli altri terreni di gioco (Ciantro, San Pietro e Santa Marina) saranno utilizzati e per i match e per gli allenamenti delle altre formazioni mamertine, giovanili e non.
Quest’anno abbiamo risolto con la soddisfazione di tutti gli interessati la questione dell’assegnazione dei campi – spiega l’assessore Midili – evitando il problema delle sovrapposizioni delle fasce orarie per quanto concerne le squadre impegnate nella medesima struttura. L’assessorato ha valutato le varie richieste e grazie al dialogo e al senso di responsabilità dei vari soggetti  interessati  siamo riusciti a giungere ad un accordo. Anche per quel che concerne le tariffe, contrariamente a quanto sosteneva qualcuno siamo andati incontro alle società, facendo pagare a coloro che svolgono attività senza fine di lucro una quota simbolica. Inoltre al fine di garantire la massima trasparenza abbiamo chiesto a coloro che svolgono attività di scuola calcio di affiggere le tabelle con i prezzi in tutte le strutture per evitare l’insorgere di equivoci, mentre ciascun sodalizio, e non mi riferisco solo al calcio, dovrà assicurare lo svolgimento dell’attività gratuita, fornendo anche il materiale necessario, a cinque ragazzi o bambini indigenti della nostra città, in uno spirito di solidarietà sociale che deve giungere anche dallo sport”.
L’assessore – che nei prossimi giorni incontrerà anche i rappresentanti  delle altre discipline sportive – ha reso noto che è stato avviato l’iter per  la costituzione della Consulta dello Sport, prevista dallo Statuto Comunale ma mai attuata. Le società di calcio hanno già designato i loro tre rappresentanti:  Placido Alacqua, CiccioPatti ed Ernesto Dall’Oglio.

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti