Piero Lepro Group Spadafora da nove in pagella. Superato lo scoglio Vigor Santa Croce

Momento probabilmente decisivo quello vissuto nel campionato di serie C Regionale. E’ andata in archivio una serata di grande basket, quella tra la prima della classe Piero Lepro Group Nuovo Avvenire Spadafora e la seconda in classifica la Emmolo Vigor Santa Croce Camerina. I padroni di casa della Vigor sicuramente non hanno demeritato, dando prova, qualora ce ne fosse stato bisogno, di grande carattere e maturità. Capitan Distefano e compagni hanno giocato alla pari contro una corazzata, capace di conquistare con piano merito il nono successo consecutivo e che senza alcun dubbio difenderà sicuramente la testa della classifica, grazie ad un roster rodato tra le cui fila può schierare giocatori del calibro di Contaldo, Stuppia, Mobilia e Busco. Una gara scivolata via sul filo dell’equilibrio con i locali che costringevano al pari gli ospiti nel primo quarto, sciorinando una difesa al cardiopalma. Nessuno si risparmiava tra gli uomini di coach Di Stefano, ma spesso la grande attenzione difensiva veniva vanificata da errori di troppo in attacco. Così dopo avere concesso quattro triple di fila al bomber Stuppia, permettendo agli ospiti di avvantaggiarsi, bisognava aspettare l’intervallo lungo, per rivedere la solita grinta difensiva della Vigor, che complicava la vita a Spadafora di coach Luigi Maganza e la riportava indietro. Tutta la gara è stata condizionata da fischi arbitrali anomali che hanno contratto il gioco delle due squadre con i fischietti che non sono sembrati nella loro migliore giornata. Alla fine l’elemento di maggior tasso tecnico tra gli iblei, il play Giovanni Occhipinti doveva lasciare il campo per un contatto falloso non considerato dalla coppia arbitrale. Spadafora ha subito la rimonta locale nel terzo quarto ma è stata brava a reagire nell’ultima frazione e chiudere la sfida con un break a favore di 26 a 19 da grande squadra.

Francesco Colosi (Spdafora)

Francesco Colosi (Spadafora)

Alla fine della gara coach Di Stefano non si è ritenuto del tutto soddisfatto: “Ho un grande rammarico, quello di avere incontrato stasera, nella gara più importante della stagione, una coppia arbitrale non in serata. Troppi i contatti non visti, che non ci hanno permesso di prendere tiri buoni, così come alcune sviste su delle infrazioni di passi che avrebbero potuto far pendere l’ago della bilancia dalla nostra parte. Comunque a parte questi episodi, c’è da dire che oggi nessuno si è risparmiato per raggiungere un obbiettivo che era a portata di mano. Una grande prova difensiva che ha sfiancato gli avversari ma non concretizzata in attacco. Da sottolineare la bellissima cornice di pubblico che anche oggi ci ha sostenuto anche nei momenti più critici. Sicuramente questo pubblico merita vittorie più importanti che speriamo di regalargli”.
Spadafora può legittimamente esultare perché il vantaggio sulle seconde in graduatoria sale a sei punti, un distacco significativo in vista dell’penultima giornata del girone di andata che vedrà gli Spartans ospitare il fanalino di coda Marsala sul campo neutro di Patti. Decisione assunta dalla dirigenza giallo nera per ovviare al problema della palestra di via Lavatoi dove la squadra, già laureatasi campione d’inverno, vorrebbe far ritorno già dal mese di gennaio.

Emmolo S. & C. srl Vigor- Piero Lepro Group Spadafora 69-77
Vigor: Distefano G. 15, Rizzo G. 8, Pace 7, Rizzo S. 2, Di Stefano P., Occhipinti G. 18, Mandarà L. 6, Susino G. 2, Mandarà M., Emmolo G. 11, Giummarra n.e. All: Distefano
Spadafora: Barbera, Esposto n.e, Squadrito n.e, Vento 12, Busco 13, Contaldo 18, Mobilia 7, Stuppia 21, Colosi 4, Molino 2, Nomefermo n.e. All: Maganza
Arbitri: Melizia di Enna e Modica di Rosolini.

Foto in evidenza tratta dal portale SantaCroceweb

The following two tabs change content below.

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva