Petrullo vede il bicchiere mezzo vuoto: “Potevamo vincere anche in 10”

Giovanni PetrulloGiovanni Petrullo in azione con la maglia del Due Torri

Un punto guadagnato o due persi? E’ questo il dilemma shakespeariano che agita il sonno del Due Torri, reduce dal pareggio a reti bianche contro l’Agropoli. Un risultato che non rende merito al match del “Vasi”, che ha messo di fronte due ottime compagini, con i ragazzi di Venuto rimasti in dieci nel primo tempo per il rosso diretto a Pitarresi, ma che con Giacobbe hanno fallito il penalty del possibile vantaggio.

Giovanni Petrullo anticipato da un avversario nel match con la Cavese

Giovanni Petrullo anticipato da un avversario nel match con la Cavese

Con un successo i biancorossi sarebbero schizzati a quota 30, tuttavia Giovanni Petrullo non piange sul latte versato: “E’ stata una partita emozionante e ben giocata sia da noi che dall’Agropoli. C’è il rammarico più per il rigore sbagliato che per aver giocato più di un tempo in dieci, perché una volta in vantaggio dubito che ci avrebbero ripresi nonostante fossimo rimasti in inferiorità numerica. Ormai però è andata, rimane comunque la soddisfazione per aver allungato a cinque la striscia di risultati utili consecutivi. Per noi è estremamente importante fare più punti possibile adesso”.

I siciliani si confermano per il secondo anno consecutivo la vera nota lieta del campionato: “Io sono arrivato in questa stagione, ma devo dire che ho trovato un gruppo che fin da subito ha avuto tanta voglia di migliorare quanto di buono fatto la stagione passata. Bravo il mister a ricreare i giusti stimoli dopo la scorsa annata, con i nuovi che hanno portato ulteriore entusiasmo”.

Mister Venuto guarda lontano

Mister Venuto guarda lontano

Ora l’affascinante sfida del “Granillo”, contro la compagine amaranto in netta ripresa e che dopo il successo in casa della Gelbison si è posizionata appena un punto sotto al Due Torri: “Diciamo che non siamo molto fortunati perché incontriamo sempre squadre che vivono il loro miglior momento della stagione – ha commentato ironicamente Petrullo – Sarà un match affascinante perché andremo in uno stadio che fino a qualche anno fa ospitava la Serie A e magari ci sarà una cornice di pubblico rara per questa categoria. Sarà una partita stimolante, loro sono un’ottima squadra e non mi stupisce che stiano risalendo la china. Noi però andremo lì senza paura a giocarcela con la nostra compattezza”.

Commenta su Facebook

commenti