Per la Sigma Barcellona una vittoria autoritaria ad Imola che vale l’aggancio al quarto posto in classifica (VIDEO)

Il pivot di Barcellona Tommaso Fantoni in azione ad Imola

Il pivot di Barcellona Tommaso Fantoni in azione ad Imola (foto Amaduzzi)

La Sigma Barcellona porta a casa due punti preziosi al cospetto di una compagine come l’Aget Imola assetata di successi che, domenica dopo domenica, diventa sempre più insidiosa per gli avversari. Nella gara precedente i ragazzi allenati da Federico Vecchi hanno messo in serie difficoltà la corrazzata Torino. Nella gara odierna, hanno lottato fino all’ultimo, ma i siciliani di coach Marco Calvani, al quarto successo su cinque partite da capo allenatore giallorosso, non si sono fatti cogliere impreparati. Barcellona vince nettamente come testimoniato dal punteggio finale di 60–81.
Al via il primo possesso lo conquistano i giallorossi, che rompono subito il ghiaccio con i canestri di Alex Young e Fantoni per lo 0–3 in uscita dai blocchi. La Sigma Barcellona da subito difende forte, mettendo alle strette l’attacco dei padroni di casa. Niles dopo quasi due minuti interrompe il silenzio dei padroni di casa ma Natali e Ganeto vanno a referto con 5 punti consecutivi, per il più sei ospite (2–8). Coach Vecchi chiama il primo time out, al rientro Niles e Poletti scuotono i compagni e riducono lo svantaggio (7–8). Young vola in lunetta per i giallorossi ma realizza solo il 50% dei tentativi. Fantoni e compagni si fanno sentire sotto canestro e incrementano il proprio vantaggio (7–11).
Natali, in fase difensiva cerca di recuperare un pallone ma commette fallo su Curtis Young che vola in lunetta e realizza entrambi i tentativi. Proprio in questo momento Alexander Young, risponde all’omonimo in canotta bincorossa e piazza 5 punti personali consecutivi (9–16). Poletti non sta fermo e ripetutamente prova ad innescare i suoi ma Ganeto si conferma elemento prezioso per i suoi, sparando dalla lunga distanza e blocca sul nascere ogni tentativo di rimonta. Il primo periodo termina 11–19 per Barcellona.

Demian Filloy in azione ad Imola

Demian Filloy in azione di tiro contro Poletti (foto Amaduzzi)

Nel secondo quarto Andre Collins sblocca immediatamente la situazione dalla media distanza. Il solito Poletti, prova a trascinare i suoi, vola in lunetta ma realizza un 1/2. Filloy decide di entrare in partita e lo fa con una tripla. Poletti risponde ma i giallorossi ci danno dentro e Fantoni incrementa il punteggio (14-26). Come nel primo periodo Imola torna a farsi sotto con l’ex Orlandina Poletti che realizza 9 punti personali consecutivi e il tabellone recita 20–26. Coach Calvani chiama un time out immediato, al ritorno sul parquet Iannone e Mancin sbagliano due canestri consecutivi e Fantoni con l’aiuto di Filloy porta a in doppia cifra di vantaggio i suoi compagni (20–31). L’Aget non va a segno e Filloy per la seconda volta nella serata con un potenziale gioco da tre punti allontana ulteriormente gli ospiti, il punteggio è di 20–34. Poletti e Mancin non resistono alla pressione difensiva, perdono palla e Barcellona vola a + 19 grazie ai canestri di Natali e Collins. Dopo qualche minuto di silenzio Niles si sblocca e sigla 8 punti consecutivi. In cabina di regia Pinton torna in campo dopo il lungo periodo di stop per infortunio e vola subito in lunetta, realizzando il 100% e il secondo quarto termina col predominio ospite sul 28–41.
Nel terzo quarto, si scatenano Natali, Ganeto e Young che nel giro di tre minuti portano a +20 i propri compagni. La Sigma Barcellona, aumentando l’intensità difensiva è riuscita a limitare gli attacchi avversari. L’emiliano Curtis Young sblocca la situazione e da fiducia ai propri compagni, Collins risponde. Un continuo botta e risposta tra Natali–Iannone e i due Young fa si che si alzi il punteggio del match (37–54).

L'allenatore Marco Calvani fornisce alcuni consigli a Iurrato, autore di una tripla

L’allenatore Marco Calvani fornisce alcuni consigli a Iurrato, autore di una tripla

Imola sembra aver riacquistato fiducia, trovando anche maggiori conclusioni offensive. Young e  Niles accorciano e toccano il -14,  40–54. Ganeto e Filloy vanno avanti per la propria strada e dall’altra parte del campo Iannone e Young siglano 5 punti intervallati da un canestro di Natali, poi, arriva anche il momento del giovane Iurato che piazza la tripla e porta il tabellone sul 45–62. Poletti torna subito in partita, subisce fallo e vola in lunetta (2/2). Fantoni risponde allo stesso modo, subendo fallo e volando in lunetta ma commettendo un doppio errore. Il terzo quarto termina sul 47–62.
Gli ultimi dieci minuti vedono Maccaferri e Niles rompere gli schemi e aprire con cinque punti consecutivi il quarto periodo, (52–62). Andre Collins non ci pensa due volte e realizza subito  un canestro da due punti. Imola viene bloccata ripetutamente dalla difesa siciliana, Collins prova a segnare, non ci riesce ma Young corregge il tiro (52–66). Barcellona gestisce in tranquillità il possesso accumulato nell’arco della partita. Young rompe i giochi, penetra e subisce fallo, dalla lunetta è perfetto. L’omonimo Alex Young va nuovamente a segno, questa volta si arresta da oltre l’arco e piazza la bomba del 52–71 che sa di fine anticipata sulla gara.

Nicola Natali ha messo a referto

Nicola Natali ha messo a referto 16 punti, suo high stagionale

Coach Vecchi chiama time out per riorganizzare i giochi, Curtis Young e Niles sono gli ultimi a mollare per Imola, ritornati in campo subito piazzano cinque punti in fila (57–71). Andre Collins, orgoglioso come al solito, risponde immediatamente allo stesso modo per ben due volte intervallate da un viaggio in lunetta di Tommaso Fantoni. Niles e Poletti mettono a segno tre punti ma Barcellona continua a segnare da tre, il match termina sul 60–81 con cinque uomini in doppia cifra (Young, Collins, Natali, Ganeto e Filloy) in casa siciliana ed un’ottima dimostrazione di attitudine difensiva, autentico marchio di fabbrica del nuovo corso rappresentato da Calvani con Barcellona che nell’ultimo mese si è conquistata uno dei primi posti tra le migliori difese del torneo. E’ la sesta vittoria in trasferta stagionale per la Sigma che si permette il lusso di lasciare a riposo il proprio capitano Maresca e che riprende quota in classifica come dimostra il quarto posto a due vittorie di distanza dalle vicecapolista Orlandina e Torino. Miglior viatico possibile per preparare il prossimo impegno interno di domenica contro la Fileni Jesi con l’obiettivo di allungare la serie di risultati utili e dimostrare fino all’ultimo che Barcellona che dimostra di avere tutte le carte in regola per conquistare la migliore posizione possibile in graduatoria in ottica playoff.

Aget Imola – Sigma Barcellona 60–81
Parziali: 11–19; 28–41 (17-22); 47–62 (19-21); 60–81 (13-19)
Sigma Barcellona: Young 20, Maresca n.e., Natali 16, Collins 12, Filloy 10, Ganeto 10, Iurato 3, Fantoni 8, Pinton 2, De Leo. All: Marco Calvani
Aget Imola: Young 13, Poletti 16, Niles 23, Mancin, Iannone 6, Maccaferri 2, Gorrieri, Martini, Ciampone, Esposito. All: Federico Vecchi
Arbitri: Perretti, Lestingi e Mazzon

Tripla dall'angolo per Andre Collins

Tripla dall’angolo per Andre Collins (foto Amaduzzi)

Questo il video con le migliori azioni della sfida fra Aget Imola e Sigma Barcellona:

Commenta su Facebook

commenti