Per la Fortitudo Messina tutto facile nella sfida contro il fanalino Orizzonte Palermo

FortitudoFortitudo Messina-Svincolati

Va in archivio la settima giornata per la Fortitudo Messina con un largo successo; troppo ampio è apparso infatti il divario tra le due formazioni soprattutto in termini di esperienza.

La formazione di coach Drigo imbottita di under non ha potuto opporre resistenza alla squadra di casa, ma ai ragazzi palermitani deve andare comunque un plauso per l’impegno e la giusta “cattiveria” agonistica che hanno gettato sul parquet del PalaTracuzzi.

I blu ospiti si presentano con il quintetto di partenza composto da Plano, Scamarda, Mistretta, L. Ventimiglia e capitan D’Agostino. Coach Baldaro oppone il solito Cavalieri a far da chioccia a Squillaci, Bellomo, Barlassina e Faye per la prima volta in campo da inizio match.

Fortitudo

Difesa Fortitudo Messina

Il primo quarto vede i padroni di casa trovare scarsa resistenza e andare a segno con Barlassina, Bellomo, Faye, Sturniolo, Cavalieri e con una tripla di Squillaci, top-scorer del match con 11 punti. Tra i palermitani va a segno il solo capitan D’Agostino con un tiro da oltre l’arco. Primo parziale che va in archivio con un eloquente 24-3 per i padroni di casa.

Nel secondo parziale coach Baldaro attua un ampio turn-over e l’Orizzonte ne approfitta mettendo a segno un parziale a proprio favore di 17-14 rendendo più vivo il proseguimento del match. In questo quarto si mettono in evidenza Favaloro, A. Ventimiglia, D’Agostino mentre l’esperto Scamarda si carica troppo presto di falli. Le squadre vanno così all’intervallo lungo con la Fortitudo avanti di 18 punti (38-20).

Nel terzo parziale Baldaro ripropone qualche titolare e la propria squadra allunga nuovamente grazie a Barlassina, per lui subito una tripla in avvio al temine della più spettacolare azione del match, e Squillaci che mette a segno la sua seconda conclusione da lontano della serata.  Danno il loro buon contributo anche Bonfiglio, Lanza, Adorno, Sturniolo e nelle rotazioni di coach Baldaro trovano spazio anche i giovani Cordima e Trovatello.

Tra i palermitani Plano e Scamarda tengono comunque viva la loro squadra penalizzata oltre misura anche da qualche decisione arbitrale troppo severa. Così il terzo parziale si chiude con il punteggio di 57-33

Il quarto parziale non ha storia con i 2 coach che a risultato ormai definito continuano le rotazioni con tutti gli uomini a disposizione.  Trova così spazio tra i padroni di casa anche il giovanissimo Russo acclamato a gran voce dai numerosi tifosi presenti al PalaTracuzzi. Il match si chiude così con un parziale di 12-2 con le triple finali di Lanza e Bonfiglio e con Trovatello che va referto con due conclusioni dalla lunetta.

Prossimo impegno per la Fortitudo Messina domenica 2 dicembre al PalaMangano di Sant’Agata Militello, per un match che può essere considerato spartiacque per il futuro della squadra di Dani Baldaro.

Fortitudo Messina

Fortitudo Messina

ASD FORTITUDO MESSINA – A.S. DIL. ORIZZONTE   69-35
Parziali: 24-3; 38-20; 57-33
Fortitudo: Faye (1999) 7, Adorno 2, Lanza 7, Bonfiglio 5, Squillaci 11, Cavalieri (k) 7, Cordima (2000), Russo (2001), Bellomo 10, Barlassina 10, Sturniolo 8, Trovatello (2000) 2. All: D.Baldaro
Orizzonte: Plano (2000) 4, Scamarda 4, Mistretta (1999) 3, Favaloro (2000) 9, Cascino 1, Ventimiglia A (2000) 4, Ventimiglia L (1998), D’Agostino 10, Schillaci (2000). All: I.Drigo

Commenta su Facebook

commenti