Pepe: “Puntiamo ad arrivare al meglio per l’esordio in Tim Cup”

Paez marcato da Pepe

La folta barba è stata sempre il suo tratto distintivo. Enrico Pepe, giunto a Messina nello scorso mercato invernale, fedelissimo di Grassadonia, è tra i pilastri del gruppo che si prepara al prossimo campionato di Lega Pro. “Quest’anno mi fanno compagnia in tanti per la barba lunga..” ammette scherzando l’ex Paganese. Il riferimento è ai nuovi compagni Benvenga e Magallanes: quasi proibitivo riuscire a distinguere i tre.

La squadra ascolta le direttive del tecnico

La squadra ascolta le direttive del tecnico

Poi torna serio ed analizza così l’uscita amichevole del Messina, vittorioso per 6-0 sull’Equipe Calabria, prima tappa nella marcia d’avvicinamento alla gara in Toscana del 10 agosto contro il Pontedera, valida per la Coppa Italia: “Abbiamo disputato una buona partita, nonostante la stanchezza dovuta ai carichi di lavoro dei primi giorni di ritiro. Ci siamo impegnati, mettendo in campo quello che ci chiede il mister. Stiamo lavorando bene, grazie ai nuovi metodi dello staff. Manca ancora la brillantezza, ma puntiamo ad arrivare al meglio alla prima gara ufficiale con il Pontedera. Sicuramente giungeremo preparati all’esordio in Tim Cup, pur non avendo avuto il tempo delle altre squadre. Così stiamo di fatto ottimizzando il lavoro”.

La scelta di Camigliatello, come sede della fase pre-campionato, ha convinto tutti. “Data la temperatura fresca l’ambiente è dei migliori per lavorare, mentre al caldo le fatiche di certo si farebbero sentire il doppio. E’ stata una scelta azzeccatissima”.

Tanta la concorrenza nella difesa del Messina, tra gli uomini della vecchia guardia e i giovani vogliosi di mettersi in mostra. “Essendo stato qui anche l’anno scorso conosco tanti elementi del pacchetto arretrato. Inoltre con Altobello in passato siamo stati insieme alla Salernitana. Arriveranno degli altri calciatori e speriamo che la squadra possa essere in grado di lottare per obiettivi importanti. Le partenze di Ignoffo, D’Aiello e Cucinotta ? Sono scelte delle società, posso garantire che anche i giovani ci mettono tutto l’impegno per cercare di portare il Messina il più in alto possibile”.

Grassadonia a colloquio con l'undici titolare

Grassadonia a colloquio con l’undici titolare

Le valutazioni di Pepe si spostano quindi sulle rivali del prossimo torneo di Lega Pro. “Tante squadre stanno comprando giocatori di categoria superiore. Spetta alla dirigenza fare le proprie scelte, ma sono certo che saremo anche noi competitivi per questo campionato”.

La chiosa finale è per capitan Corona: a 40 anni sempre protagonista. “Per descrivere un giocatore del calibro di Giorgio, sia sotto il profilo calcistico che per quello umano, non esistono più parole. Mi ha impressionato subito sin dal momento del mio arrivo a Messina”.

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti