Patti, terza in solitudine, approfitta del ko della Costa d’Orlando. Bene Vis, Milazzo ed F.P. Sport

Il Cefalù Basket fessteggia una vittoriaIl Cefalù Basket fessteggia una vittoria

La Costa d’Orlando cede in casa alla capolista Cefalù e scende dal treno dei play off. I cefaludesi consolidano la leadership del girone I. Ne approfitta il Basket è Cultura Patti, che supera nettamente in casa il Cosenza e si isola al terzo posto. Vis Reggio sempre più seconda, dopo la brillante vittoria esterna sul campo di Siracusa. Il Milazzo si aggiudica il derby con il Cocuzza, Crotone batte in trasferta l’Acireale e la F.P. Sport Messina torna al successo battendo il Ragusa.

La grinta di Antonio Fazio

La grinta di Antonio Fazio

Ad ottanta minuti dalla fine della stagione regolare, si comincia a definire la classifica del girone I della serie C Nazionale. Nel big match dell’undicesima giornata di ritorno, la capolista Zannella Cefalù rafforza il primato, andando a vincere al PalaValenti di Capo D’Orlando per 77-79. Gara equilibrata per i primi due parziali (48-44 al 20’). Nel terzo periodo gli ospiti prendono il sopravvento e si portano a condurre approfittando del momento nervoso dei “paladini” di ben 11 lunghezze (54-65), la tripla di Sgrò riporta a -8 la Costa alla penultima sirena, L’ultimo quarto è avvincente, la squadra di Condello si rimette in partita, Marinello, De Lise e Fazio materializzano la rimonta sul 67 pari. Il finale è condizionato dalle decisioni arbitrali, un intenzionale sanzionato a Micale ad una manciata di secondi dalla fine rilanciano Cefalù. Gli orlandini tentano il tiro del sorpasso con Sgrò, ma non va e finisce con gli ospiti ad esultare a centrocampo.

moriDel passo falso casalingo dei bianco rossi ne approfitta il Patti, vittorioso al PalaSerranò contro il Cosenza per 98-62. Successo schiacciante maturato nel primo tempo (53-23 il parziale) per gli uomini di Pippo Sidoti che si isolano al terzo posto in classifica. I silani si presentano con soli sei giocatori, ma al contrario che in altre occasioni si ritrovano di fronte un avversario in grande forma e motivatissimo, che trova nel capitano Mori un cecchino implacabile (28 punti il suo bottino personale). Ma è tutto il team pattese a giocare alla grande, mandando ben cinque giocatori in doppia cifra. Domenica prossima il match verità contro la Costa d’Orlando, Patti ci arriva con il morale a mille, sarà un derby tutto da vivere.

Coach D'Arrigo parla ai giocatori della Vis

Coach D’Arrigo parla ai giocatori della Vis

Senza problemi la gara di Siracusa per la Vis Reggio. La squadra di Checco D’Arrigo non trova particolari problemi a battere l’Aretusa, che si ferma dopo cinque successi consecutivi, ma la fame di vittoria dei reggini è determinante. I padroni di casa non riescono a replicare la bella prestazione di sette giorni prima contro la Costa d’Orlando e vanno sotto immediatamente,  12-23 al 10’ e 52-32 a metà gara. Tramontana, Warwick e Grasso fanno la parte del leone, e la Vis vola verso i play off.

Timeout Fiasconaro

Timeout Fiasconaro

Il derby messinese fra il Milazzo ed il Cocuzza va ai mamertini che si impongono per 83-76. Lasquadra di Fiasconaro comincia bene (27-19 al 10’) e mantiene il controllo del match anche nel secondo periodo (47-32 al riposo lungo). I ragazzi di coach Romeo reagiscono e accorciano al 30’ (64-56). All’inizio dell’ultimo quarto la tripla di Laganà riporta a -5 i filippesi, ma Li Vecchi con 6 punti consecutivi li ricaccia indietro. Il Cocuzza potrebbe rimettersi in corsa, ma i tanti errori dalla lunetta condizionano l’andamento della gara. Milazzo non molla e conquista la vittoria in un derby sentitissimo, riscattando la sconfitta dell’andata e agganciando in classifica Albana e soci a quota 14 punti in classifica.

Fall (Crotone)

Fall (Crotone)

Ancora una sconfitta per l’Acireale, i ragazzi di coach Foti escono sconfitti nel match con il Crotone nonostante un ottimo avvio (22-13 alla prima sirena). I pitagorici riescono a tenere duro nel secondo equilibrato parziale, chiuso sul 15 pari. Nel terzo periodo la gara viaggia ancora sul filo dell’equilibrio, ma Fall e compagni cambiano marcia nel quarto finale, completando la rimonta al 35’ con Venuto. Acireale, che per l’occasione ritrova Maric, tenta di reagire, ma i calabresi resistono grazie alle giocate del lungo senegalese (16 punti il suo bottino finale), ben assistito dai vari Venuto (13), Lo Giacco (12) ed Infelise (13). Ai granata non bastano le doppie cifre di Maric (17), Cusenza (15) e Arcidiacono (17). Con questo successo il Crotone raggiunge in classifica gli acesi.

FP selfie

Il selfie che celebra la quarta vittoria della F.P. Sport Messina in campionato

Chiudiamo la nostra rassegna con il ritorno alla vittoria della F.P. Sport Messina. La giovanissima squadra allenata da Francesco Paladina supera al PalaRitiro la Nova Virtus Ragusa di un solo punto (75-74) e conquista il quarto successo in campionato. E’ stata una gara dall’andamento altalenante, infatti i messinesi vanno sotto di 8 punti nel corso del primo parziale (13-21), ma si riprendono alla grande, grazie anche al prezioso apporto del giovanissimo Salvatico, e nel secondo periodo sorpassano gli iblei con il solito Cavalieri, la sua bomba vale il 22-21. I bianco-blu non mollano, il vantaggio aumenta, ancora Salvatico e capitan “Cavalla” bucano la retina avversaria regalando il massimo vantaggio ai padroni di casa (38-24). Ma già al riposo lungo i ragusani dimezzano lo svantaggio (40-33). Nel secondo tempo, Sorrentino e compagni cercano di riportarsi in scia, Canzonieri mette la tripla del -3, ma è Bellomo a riportare su la sua squadra. Al 30′ il vantaggio dei peloritani è di sole 4 lunghezze. Ultimo quarto avvincente, l’altalena continua, fino ai secondi finali, quando sul 74 pari Squillaci guadagna due liberi e ne realizza uno: quello sufficiente per regalare il sorriso che vale il selfie celebrativo!

Commenta su Facebook

commenti