Pari tra Lecce e Catania. La Casertana guarda tutti dall’alto, il Benevento crolla

De Angelis della Casertana

Quinta giornata del girone C di Lega Pro quasi interamente al sabato. Dopo tre successi di fila ed una penalizzazione già annullata il Catania pareggia a Lecce, allungando la serie positiva. Al “Via del Mare” si chiude sullo 0-0, al termine di una gara senza grosse emozioni. Nel primo tempo palo colto da Doumbia per i salentini. Copione identico nella ripresa, con la squadra di Asta più pericolosa e gli ospiti al tiro soltanto nel finale con Castiglia. Rossoazzurri ad un punto (sarebbero 10 senza l’handicap iniziale), pugliesi a quota 6. Vola la Casertana, grazie all’1-2 di Castellammare contro la Juve Stabia. Negro al 7′ lancia i “falchetti”, ma Arcidiacono pareggia i conti già al 15′. A decidere il derby campano è De Angelis, in gol al 79′ sugli sviluppi di un’azione avviata da Tito. La formazione di Romaniello guida la graduatoria con 11 punti, mentre per le “vespe”, a 4, la situazione si fa critica. La panchina di Ciullo è sempre più in bilico.

Nicola Legrottaglie, allenatore dell'Akragas

Nicola Legrottaglie, allenatore dell’Akragas

Torna al successo la Fidelis Andria, liquidando in casa per 2-0 la Lupa Castelli Romani. Sblocca il risultato al 20′ Grandolfo, poi Stendardo sfiora il raddoppio centrando il palo. Laziali in inferiorità numerica per il rosso a De Gol e bucati ancora da Strambelli, a segno al 65′ con una gran conclusione dalla distanza. L’Andria balza a 9 in classifica, superando la Paganese, fermata dal Messina sull’1-1. Affermazione esterna dell’Akragas al cospetto dell’Ischia. Match-winner l’argentino Vicente, entrato nel corso della ripresa. Suo il colpo di testa decisivo, a 5′ dal termine, sul corner battuto da Zibert. Prima vittoria fuori casa per la squadra di Legrottaglie che come i gialloblù tornerà in campo già mercoledì per i recuperi della seconda giornata.

All'ex tecnico del Matera Gaetano Auteri il compito di sfatare il tabù serie B

Il tecnico del Benevento Gaetano Auteri

Nelle gare della serata rotonda vittoria per 3-0 del Melfi sul Benevento, che perde così l’occasione di restare agganciato in vetta alla Casertana. Al 25′ l’episodio chiave, con il rigore accordato ai lucani e l’espulsione di Mattera. Dal dischetto trasforma Herrera. Nella ripresa i padroni di casa mettono al sicuro il risultato con il raddoppio di Giacomarro (50′) e il tris su autogol di Pinto (58′). Di misura il Monopoli, vittorioso per 1-0 contro il Martina. Il primo successo casalingo dei biancoverdi porta la firma di Gambino, in gol al 69′. La squadra di Incocciati resta ferma a 2 e non esce dalla crisi. Un punto per parte tra Matera e Foggia. Gli uomini di De Zerbi passano per primi grazie ad una prodezza di Gerbo che centra il bersaglio grosso da 30 metri, sorprendendo Bifulco. All’82’ il pari di Kurtisi, a gelare i “satanelli”. Domenica, infine, il derby calabrese Catanzaro-Cosenza.

Commenta su Facebook

commenti