Novelli: “Adesso finalizziamo a dovere. Non credo a un Troina senza obiettivi”

GiofrèLa soddisfazione di Giofrè. La C è dietro l'angolo (foto Paolo Furrer)

Il tecnico dell’Acr Messina Raffaele Novelli ha presentato la trasferta di Troina, al cospetto di un avversario che dopo l’annullamento dei playout vede la salvezza diretta a portata di mano: “Sarà un confronto corretto e leale, come vogliono i valori dello sport. Non vedo perché una squadra, pure in assenza di obiettivi, non debba giocare per far venire fuori le proprie qualità e idee di gioco. Sarà una partita difficilissima, lo ripeto sempre, come lo sono state quelle in passato e lo saranno le prossime”.

Vacca

L’esultanza di Vacca verso i tifosi in collina (foto Paolo Furrer)

I peloritani a quattro giornate dal termine devono gestire quattro punti di margine e poi potranno celebrare l’attesa promozione in serie C: “Troveremo un’avversaria agguerrita che gioca bene a calcio, molto giovane ma anche con qualche elemento di esperienza che dà i giusti tempi di gioco soprattutto nella parte alta del campo. Il Troina può metterci in difficoltà, con Mascara in panchina gioca bene a calcio. Sono propositivi, corti e stretti e ripartono molto bene, è una squadra tosta. Sta a noi capire negli atteggiamenti e nella predisposizione, perché non ci regalerà nulla nessuno, ma riuscirci con le proprie forze ti gratifica molto di più nella sofferenza”. 

Alle porte c’è l’ennesima sosta di due settimane, con il campionato che si chiuderà con il triplo impegno previsto tra il 13 e il 20 giugno: “Quando pensi di essere sfinito è lì che devi avere la forza di andare contro tutto e tutti. Siamo saliti sotto alcuni aspetti, specie nella finalizzazione, dato che spesso non chiudevamo le partite dopo aver prodotto tantissimo, ora la squadra in questo è cresciuta. Dipenderà dalla nostra fame, dall’ambizione e dalla voglia di lavorare su ogni millimetro di campo”. 

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva