Di Napoli: “Un punto prezioso. Abbiamo fatto quello che potevamo”

Dopo l’1-1 con l’Akragas Arturo Di Napoli allarga le braccia. Il Messina ha ritrovato la via del gol ma non quella della vittoria, anche a causa delle tante assenze:“Abbiamo fatto quello che potevamo. Siamo in difficoltà e i ragazzi al momento possono dare questo. E’ un elastico che è stato tirato al massimo, dobbiamo arrivare a lunedì prossimo per l’ultimo sacrificio, poi ricaricheremo le batterie, sia fisiche che mentali, e vedremo se intervenire sul mercato”.

Di Napoli in panchina

Di Napoli in panchina (foto Furrer)

Senza Baccolo e Giorgione squalificati i giallorossi hanno sofferto soprattutto in mezzo al campo. La disamina di Re Artù non può che essere imperniata sulle tante scelte forzate: “Bramati l’ho portato in panchina ma non era assolutamente disponibile. Avevamo fuori giocatori importanti come Baccolo e Giorgione, mentre Tavares e Gustavo sono appena rientrati e non erano in un condizione fisica ottimale. In difesa ho adattato ultimamente Martinelli sulla destra. Abbiamo dovuto cambiare spesso e non ho mai avuto a disposizione l’intera rosa per scegliere al meglio. Per questo è un punto prezioso, da tenerci stretto. Se non c’è compattezza queste partite si possono anche perdere. Il mancato rosso a Savanarola? Mi hanno fatto arrabbiare tante cose, poteva essere un dettaglio importante, ma non è stato determinante per la nostra gara”. 

L'ingresso di Messina e Akragas

L’ingresso di Messina e Akragas (foto Furrer)

Parole d’elogio per il marcatore di giornata Fornito “ha fatto una prestazione super, ha corso per 90 minuti, dando un grande contributo in mezzo al campo, al di là del gol” e il collega Legrottaglie “con Nicola ci siamo salutati, c’è grande stima reciproca”. 

A Caserta, nell’ultimo impegno dell’anno, mancheranno Cocuzza (uscito per un problema muscolare) e Martinelli, che verrà squalificato. Altre due tegole per Di Napoli: “Siamo abituati ad avere quattro o cinque giocatori fuori. Cercheremo di portare più punti possibili a casa da Caserta. Per questa sfida faremo la conta, poi la sosta arriverà a pennello”.

Commenta su Facebook

commenti