Montalbano: “Di Napoli vuole a tutti i costi Gustavo. Giorgione si farà apprezzare”

Gustavo in azione con la maglia del LecceGustavo in azione con la maglia del Lecce

L’attenzione mediatica è ovviamente catalizzata dagli attesi di ritorni di Totò Cocuzza ed Alessandro Parisi. Il primo ha tanta voglia di tornare a segnare per la maglia giallorossa: gli manca appena una rete per raggiungere quota 30 in campionato. Il secondo può rappresentare un valore aggiunto anche se il ritmo partita andrà riacquisito alla distanza dopo una lunga attività. Giorgio Corona, spesso assai più incisivo di elementi che avevano la metà dei suoi anni, dimostra d’altronde quanto peso possa avere un “over” in mezzo ai tanti “under” imposti dai regolamenti di Lega Pro e D.

Carmine Gorgione

Carmine Gorgione in azione con la maglia del Savona

Ma gli addetti ai lavori tendono a rimarcare anche il valore del centrocampista Carmine Giorgione, talento in rampa di lancio, che prova a consacrarsi proprio in riva allo Stretto dopo un felice biennio in Liguria. “Il ragazzo è molto stimato a Savona – ammette il suo procuratore Gaetano MontalbanoÈ un giocatore di grande personalità, che dà tantissimo dentro e fuori dal campo. Non si risparmia dal primo secondo al 95 minuto, non molla mai. Una piazza calda come quella di Messina lo apprezzerà tantissimo”.

Nella scelta del calciatore originario di Benevento ha pesato ovviamente la presenza di Arturo Di Napoli, suo allenatore già sulla Riviera di Ponente: “Ha un ottimo rapporto con lui, Giorgione è un suo scudiero. Ha sempre avuto belle parole per lui, è il primo giocatore che ha scelto. Carmine ha qualità atletiche e fisiche. Vuole disputare una grande stagione”.

Cane in marcatura su Gustavo a Lecce

Cane in marcatura su Gustavo a Lecce

Montalbano è in costante contatto con “Re Artù” anche per un altro suo assistito: “Abbiamo discusso a lungo di alcuni calciatori, in particolar modo di Gustavo del Novara”. Il brasiliano è esploso nella Salernitana, conquistando due promozioni dalla D alla Prima Divisione e siglando 16 reti in 58 apparizioni complessive. Nell’ultima annata si è diviso tra il Novara poi promosso in B ed il Lecce: 28 presenze e due marcature nella nuova C unica. Originario di San Paolo, classe 1991, è il grande sogno di un Messina alla ricerca di giovani di assoluta qualità ma la concorrenza è spietata.

Montalbano ammette: “Arturo mi ha chiesto informazioni su di lui già un mese fa, anche se all’epoca non sapeva affatto se la cordata di imprenditori che gli ha affidato la panchina avrebbe acquistato o meno la società. Gustavo ha tantissime offerte (Juve Stabia e Mantova su tutte, ndc) ma Messina è una piazza gradita”. Con il procuratore che ha già traghettato Giorgione in riva allo Stretto nonostante la concorrenza di Pisa e Savona c’è un canale preferenziale ed anche l’ex calciatore di Salernitana e Lecce ha dato un placet di massima al trasferimento.

Gustavo Di Mauro Vagenin in azione con la maglia della Salernitana

Gustavo Di Mauro Vagenin con la maglia della Salernitana: 16 reti in granata

Il grande ostacolo la situazione contrattuale, una matassa che non è semplice da sbrogliare: “L’operazione logicamente non è semplicissima perché Gustavo è sotto contratto. Non dipende quindi solo da me e dal calciatore. Dovrebbe svincolarsi dal Novara e per fare questo bisogna far quadrare certe situazioni. Di certo se i nuovi proprietari del Messina vogliono dare il via ad un progetto di respiro pluriennale la città dello Stretto tornerà ad essere ambita da tanti”.

Commenta su Facebook

commenti