Modica: “Cercheremo di fare la partita. Il Troina ha sperperato nove punti”

Cocuzza e ModicaUn abbraccio tra Cocuzza e Modica. Per l'attaccante è il momento più duro (foto Alessandro Denaro)

Il Messina è pronto a sfidare il Troina capolista e a replicare l’impresa dell’andata, quando il pari non premiò affatto gli sforzi dei peloritani. In conferenza stampa, il tecnico Giacomo Modica ha evidenziato gli stimoli offerti dal calendario: “Siamo attesi da una partita importante, giochiamo con la prima della classe. Abbiamo il dovere, il piacere e l’obbligo di dare il massimo. Cercheremo di fare la partita per ottenere un risultato positivo. Siamo una squadra organizzata, possiamo fare bella figura e giocarci le nostre carte. Vincerà chi sbaglierà meno”.

Lavrendi

Lavrendi in azione in mezzo al campo

Non mancheranno però le insidie: “Conosciamo le difficoltà che potrebbero essere originate dal loro terreno di gioco e dall’aspetto ambientale. Hanno qualità importanti e pagano quella che considero una crisi di rigetto. Avevano dieci punti di margine sulla seconda e li hanno sperperati strada facendo. Li rispettiamo ma siamo vogliosi e determinati”.

La posta in palio vale tantissimo anche per il Messina, impegnato in una complicata rincorsa ai playoff: “Abbiamo intrapreso un piano di lavoro e non possiamo mollare nulla fino alla fine. I ragazzi sono sereni e consapevoli della loro forza, hanno doti morali e sanno che è un crocevia. Si può e si deve andare a fare partita, anche se affrontiamo il Napoli della serie D e la settimana dopo toccherà alla Juve”, con l’ovvio riferimento alla quotata Vibonese, adesso favorita nella rincorsa alla Lega Pro.

Bettini

Il centrocampista Domenico Bettini è ancora indisponibile (foto Giovanni Chillemi)

Rientra Lavrendi, quattro invece i calciatori esclusi dalla lista dei convocati: lo squalificato Inzoudine, il portiere Prisco e gli infortunati Mascari e Bettini, sul quale ha fatto il punto Modica: “Domenico segue una tabella di recupero e non è ancora in condizione di poter correre sul campo. Migliorini invece è con noi, anche se non può ancora giocare novanta minuti. Si allena con il gruppo da dieci giorni e presto potrà darci una mano”.

Commenta su Facebook

commenti