Modica: “Belli da vedere ma poco cinici. Rosafio può fare 20 gol, deve crederci”

Giacomo ModicaGiacomo Modica in panchina. Al suo fianco Manganaro e Consolo (foto Alessandro Denaro)

Il successo contro l’Ebolitana consente al Messina di allungare la serie positiva e di scalare posizioni in classifica. Tanta la soddisfazione per l’allenatore giallorosso Giacomo Modica che ha commentato a fine gara: “Abbiamo sbagliato tanto, ma vuol dire pure che costruiamo tanto. E’ una buona base su cui contare. Siamo abbastanza belli da vedere, ma poco cinici nel chiudere le partite. Arriveremo col tempo anche a quello, sfruttando il notevole potenziale offensivo. Rosafio deve credere che può fare 20 gol, così come Cocuzza e quelli che giocano in attacco”.

Modica dà indicazioni ai suoi (foto Alessandro Denaro)

Sulla prova di Pezzella aggiunge: “Non era un giocatore smarrito, si è trovato di fronte una situazione nuova, con Migliorini che stava giocando un buon calcio. Le fortune di uno spesso nascondono le insidie dell’altro, lo insegna la vita. Sono entrambi dei giocatori importanti, con qualità diverse. I giocatori bravi possono coesistere e so che posso contare anche su Pezzella”.

Lia e Rosafio molto bene a destra, mentre sulla corsia opposta c’è da migliorare. “Stiamo facendo più fatica a sinistra, dove non abbiamo due mancini naturali. Sono due ragazzi del ’98 e del ’99, spogliarli dal loro passato richiede tempo, ma sono contentissimo per l’impegno profuso”.

Cocuzza in azione (foto Denaro)

E dire che quel gol a freddo, dopo 3′, sembrava avesse fatto saltare tutti i piani della vigilia. “E’ stato un infortunio, una valutazione sbagliata. Siamo stati bravi a riprenderla, ma la partita si è presentata in salita. Non ho mai sottovalutato l’Ebolitana, noi siamo in uno stato di salute e so che ce la potevamo giocare. Sono stati tutti bravissimi, nessuno si è risparmiato, hanno giocato da squadra. Dobbiamo lavorare, ma siamo a buon punto. Sono consapevole che la perfezione non esiste e c’è sempre da migliorare. Ci godiamo la prestazione e questi ragazzi che hanno ampi margini di miglioramento”.

Commenta su Facebook

commenti