Milazzo vuole continuare a crescere. La soddisfazione di Fiasconaro: “Siamo una grande famiglia”

L’Amendolia Assicurazioni Basket Milazzo ha archiviato con successo il Media Day, svoltosi presso la palestra della Scuola elementare “D. Piraino”. Foto, video, interviste e tanti sorrisi hanno fatto da cornice alla serata, che si è svolta in un clima di festa e di allegria. L’evento è stato anche un’occasione per conoscere meglio obiettivi e programmi della società mamertina. Il Media Day, fortemente voluto dalla Passepartout Comunicazione & Marketing, che da questa stagione sarà consulente marketing della società milazzese, è stato solo uno dei primi eventi in programma per avvicinare sempre di più la squadra alla città, ai tifosi e agli appassionati. La società ha voluto ringraziare inoltre, Franca Calderone per il grande lavoro di photoshooting e Salvo Mellina per le riprese video e la professionalità dimostrate. Chi si è soffermato a lungo coi cronisti a parlare della sua nuova squadra è il coach Massimiliano Fiasconaro che è entusiasta di quest’avventura professionale.
“Sono molto contento della chiamata di Milazzo perché è una società a livello familiare con molti dirigenti competenti ed esperti per il nostro panorama. La squadra mi piace, già lo scorso anno avevano grande spirito di gruppo senza avere personalità dominanti eccetto Li Vecchi. All’inizio purtroppo l’osso duro del gruppo passato ha subito molte defezioni per problematiche di varia natura, vedi infortuni o salute.

Foto di rito per i giocator del Milazzo

Foto di rito per i giocator del Milazzo

Il presidente comunque con grande disponibilità ha permesso di fare alcuni correttivi sul mercato per irrobustire la rosa in vista di un campionato molto difficile, come la C. Siamo riusciti a prendere i giocatori giusti per il team con una linea giovani, come un nazionale under 20 come Rath che ha grande talento. Poi scavando nelle minors degli Stati Uniti abbiamo trovato un giocatore devastante per la categoria come Rahman, già monitorato nei video. Lui è ideale per questo contesto, non è il classico americano, bravo ragazzo che ci sta facendo divertire col suo carattere. Sono estremamente contento”.

Un successo nelle prime due giornate, un bilancio che può dare adeguate garanzie in vista dei prossimi impegni.
“Siamo andati vicini a vincerle entrambi, all’esordio eravamo con diverse assenze con un’età media di 20 anni. Temevo una secca sconfitta ed invece abbiamo tenuto botta, siamo calati comprensibilmente alla distanza pagando un break nel terzo quarto dopo aver giocato alla grande nel primo tempo. Ho capito quali erano i nostri problemi, ci siamo allenati per eliminarli, specie in difesa, poi l’ingresso di Li Vecchi è stato determinante in positivo. Regala grande serenità ai compagni con la Costa ha fatto una grande gara, da campione qual è”.
Prossima sfida con la Vis Reggio Calabria, squadra a punteggio pieno in una gara che proporrà grandi temi d’interresse.

Il coach mamertino Massimiliano Fiasconaro

Il coach mamertino Massimiliano Fiasconaro

“Non faccio previsioni, proviamo a vincrel tutte senza lasciare nulla d’intentato. In precampionato ci hanno fatto male, siamo molto energici. Se giochiamo come le prime due giornate possiamo provare a vincerla. Loro sono allenati in modo super da coach D’Arrigo al quale mi lega una grande amicizia. Ci stiamo allenando bene, ci sarà anche Rahman a darci una mano”.
Tra i giocatori chi in meno di due settimane si è già fatto notare positivamente è il classe ’94 John David Rat, apprezzato dall’ambiente mamertino per serietà e dedizione alla causa. Il playmaker con ampi trascorsi nelle Nazionali giovanili è stato subito conquistato dalla città dopo le precedenti esperienze a Valdiceppo e Perugia.

“Ho risposto subito affermativamente alla chiamata rosso blu perché sapevo dove sarei andato a giocare in una società in cui molti ragazzi si conoscono sin da quando erano piccoli. Mi piaceva l’idea di approdare in una squadra simile all’ultima della mia carriera. La voglia che aveva il coach è stata determinante per fare accendere la scintilla in me. Giocare lontano da casa è stata una decisione importante e sentita, voglio dare il massimo per questa maglia”.
In campionato cominciano ad arrivare le prime soddisfazioni, come testimoniato dal successo nel derby con la Costa.
“Vincere soffrendo col pubblico è bellissimo, il ritorno di Li Vecchi è stato decisivo, lui è un grande giocatore. La vittoria ci ha regalato grandi motivazioni, è solo l’inizio. Sicuramente con  l’americano Rahman possiamo dire la nostra in campionato”.
Tante frecce a disposizione dell’arco milazzese, una squadra che vuole crescere col passare delle settimane. Ecco il pensiero di Rath felice per la sua esperienza in Sicilia.
“L’esperienza del coach è tanta, cerchiamo di lavorare sodo in silenzio e dimostrare sul campo quello che stiamo facendo in allenamento. Cercheremo di dare il massimo da qui fino alla fine della stagione. Milazzo mi piace molto, non c’ero mai stato col mare attaccato. La precedente esperienza di mio fratello è stata positiva (ha giocato a Catanzaro, ndc), lui mi ha consigliato di provare a giocare al Sud e vedere com’è caloroso l’ambiente”.

Il playmaker John David Rath

Il playmaker John David Rath

Commenta su Facebook

commenti