Milazzo, Ignazzitto ci crede: “Siamo in ripresa, ma con lo Sporting sarà dura”

Massimiliano Ignazzitto difensore del Milazzo

Dare un calcio definitivo alle difficoltà d’inizio stagione, ottenendo un risultato di prestigio contro una delle migliori squadre del torneo. E’ questo l’obiettivo del Milazzo, ormai concentrato all’importante sfida casalinga contro lo Sporting Taormina. I risultati negativi delle prime quattro giornate avrebbero scoraggiato chiunque, soprattutto una  formazione giovane come quella rossoblù, ma il tecnico Antonio Alacqua già dopo il derby perso con l’Igea Virtus aveva predetto una pronta risalita dei suoi ragazzi.

Di Dio richiama i suoi per una disattenzione difensiva

Di Dio richiama i suoi per una disattenzione difensiva

In effetti dopo le prime giornate abbastanza proibitive, il calendario per i milazzesi è stato abbastanza in discesa, come testimonia il 2-0 inflitto alla derelitta Orlandina, ma per Massimiliano Ignazzitto i segnali positivi c’erano già prima: “La partita di domenica scorsa vale per la classifica. E’ vero che l’avversario non era dei più proibitivi ma abbiamo fatto tre punti e questo era importante. La sconfitta nel derby ci ha dato una scossa, non solo contro l’Igea ma anche in precedenza abbiamo perso per 1-0, in partite spesso decise dagli episodi. La portata degli avversari non contava, è più difficile vincere in casa del Catania S. Pio X che pareggiare in casa con il Forza Calcio Messina, ma noi anche nelle sconfitte abbiamo dimostrato di avere dei valori su cui fare affidamento”.

Milazzo

Il calcio d’inizio della sfida tra Milazzo ed Igea Virtus

Al “Marco Salmeri” sarà di scena uno Sporting Taormina ferito per l’imprevisto ko interno subito per mano del Palazzolo: “Stanno facendo benissimo, sono un’ottima squadra con giocatori di categoria, non mi sorprende che stiano disputando questo campionato – ha continuato Ignazzitto  – credo che quello di domenica per loro sia stato uno scivolone che non ci deve assolutamente trarre in inganno. Dopo la prima sconfitta subita a tavolino all’esordio, prima di domenica le avevano vinte tutte e poi hanno pareggiato ad Acireale. Bastano questi dati per capire quanto sarà dura”. Difensore eclettico capace di giocare sia da centrale che da terzino, Ignazzitto affronterà una sue ex squadra, ma l’idea non sembra togliergli il sonno: “Non ho bellissimi ricordi – ha dichiarato – adesso c’è questa nuova società che sta ottenendo dei risultati egregi. Però non avverto un’emozione particolare”.

Commenta su Facebook

commenti