Milazzo, Bottari: “L’Igea ha meritato la vittoria nel derby di Coppa. E’ la salvezza l’obiettivo stagionale”

I tifosi del Milazzo

Il Milazzo, sconfitto con il più classico dei risultati dall’Igea Virtus nella gara di ritorno dei sedicesimi di Coppa Italia, dice addio alla competizione tricolore e consegna ai rivali storici di sempre il passaggio al turno successivo.

Al cospetto degli uomini di Peppe Raffaele, vogliosi di ben figurare davanti al pubblico amico, i mamertini resistono solo un tempo, cedendo nella seconda parte di gara sotto i colpi di Cannavò e Crifò. E pensare che al Milazzo, alla luce del pari a reti bianche maturato nella gara di andata, sarebbe stato sufficiente non perdere per garantirsi il passaggio agli ottavi.

Benedetto Bottari

Il general manager del Milazzo Benedetto Bottari

Con Benedetto Bottari, general manager della formazione del Capo, abbiamo analizzato le motivazioni di questa sconfitta in un derby particolarmente sentito dalle due tifoserie: “L’Igea –ammette il dirigente rossoblu – ha meritato la vittoria. Anche perché, noi siamo in netto ritardo di preparazione e abbiamo ancora molto da lavorare. Peraltro, nel Milazzo mancavano uomini importanti e alcuni sono ancora ben lontani da una condizione fisica ottimale. La prima frazione di gioco è stata piuttosto equilibrata e non abbiamo corso grossi rischi; un po’ come è accaduto nella gara d’andata. Poi, nella ripresa, complice anche qualche disattenzione di troppo, siamo capitolati. L’Igea ha sicuramente vinto questo match ai punti, e sulle palle inattive è stata decisamente superiore a noi. Ma ci tengo tuttavia a precisare che non abbiamo gradito qualche atteggiamento assai poco rispettoso nei nostri confronti. Ma siamo pur consapevoli che in questa categoria ci può anche stare”.

Fasi dell'utimo match di Coppa Italia tra Rocca di Caprileone e Orlandina

Fasi dell’ultimo match di Coppa Italia tra Rocca di Caprileone e Orlandina

Domenica, intanto, inizia il campionato. E per il Milazzo si prospetta, all’esordio, un match piuttosto delicato contro il neo promosso Rocca di Caprileone, compagine in cui si sono registrate, a sorpresa, diverse partenze illustri in queste ultime ore ma che lo stesso Bottari definisce, comunque, di alta levatura: “Nonostante uomini del calibro di Calabrese e Pettinato siano andati via, si tratta di una squadra di ottimo livello. Sarà una gara molto impegnativa, nella quale noi potremo far bene solo se riusciremo fin da subito a palesare la nostra umiltà e il nostro credo. Questo sarà un anno di transizione per noi e non potrà che essere la salvezza l’obiettivo stagionale di questa squadra che, pur essendo giovane, ha sicuramente delle qualità. Probabilmente pagheremo dazio nelle prime giornate, ma nel medio periodo saremo sicuramente in grado di recitare il ruolo che ci compete in questo campionato”.

The following two tabs change content below.
Lillo Guglielmo

Lillo Guglielmo

Plurilaureato, giornalista per passione, docente di matematica e dottore commercialista di professione. In una parola: poliedrico.

Commenta su Facebook

commenti