Messina-Vibonese senza gol ed emozioni all’esordio casalingo di Capuano

VukusicVukusic cerca di eludere Vergara (foto Paolo Furrer)

Pari (0-0) alla prima al “Franco Scoglio” del tecnico di Pescopagano sulla panchina giallorossa, contro la squadra dell’ex D’Agostino. Latitano le occasioni in 90′ privi di grossi spunti. 

Messina

L’undici titolare del Messina (foto Ciccio Saja)

Il pre-partita – Il Messina cerca continuità tornando in campo nel turno infrasettimanale dopo la fondamentale vittoria ottenuta a Potenza. Contro la Vibonese si gioca al “Franco Scoglio” per la decima giornata di Serie C. Esordio casalingo per il tecnico Eziolino Capuano, applaudito dal pubblico, che opta per tre novità di formazione, una per reparto, rispetto alla sfida in terra lucana. Dal 1’ nel 3-5-2 Mikulic, Fofana e Vukusic. Assenti l’escluso Milinkovic e il lungodegente Matese. Di fronte c’è l’ex Gaetano D’Agostino, allenatore dei calabresi, protagonista in A con la maglia giallorossa tra il 2005 e il 2006. Gli ospiti, reduci dal loro primo successo in campionato, devono rinunciare allo squalificato Spina e all’indisponibile Senesi.

Vukusic

La parata in tuffo di Mengoni sul tiro di Vukusic (foto Paolo Furrer)

La cronaca – Al 15’ il primo squillo del Messina con Vukusic che, approfittando di un errore di Vergara, fila via centralmente e trova lo spazio per provarci dalla distanza, Mengoni vola a deviare in angolo. Sugli sviluppi del corner c’è il colpo di testa di Carillo, ma il portiere della Vibonese blocca questa volta senza difficoltà. Al 19’, sull’altro fronte, si perde sul fondo la conclusione da lontano di Sorrentino. Tre minuti dopo abbondantemente fuori misura il tentativo di Basso, ancora dalla distanza. Il match fatica a salire d’intensità. Capuano si toglie la giacca, resta in maniche di camicia e prova a scuotere i suoi. Al 32’ grosso pericolo su un calcio di punizione battuto dalla Vibonese: Carillo non allontana la sfera, Vergara tenta il diagonale dal lato destro dell’area con Mikulic che ribatte in angolo. Insidioso, al 42’, anche l’inserimento di Sorrentino, sul cui colpo di testa Lewandowski blocca a terra in due tempi. Si va al riposo, senza recupero, sullo 0-0.

Messina

L’ingresso in campo del Messina (foto Paolo Furrer)

Fofana rileva Russo ad inizio ripresa, è la prima sostituzione operata da Capuano che cambia subito qualcosa. Nei primi 15’ del secondo tempo non accade però praticamente nulla da segnalare. Doppio ingresso dalla panchina: Konate e Baldé subentrano a Fofana e Adorante. Dominano decisamente gli sbadigli. Al 23’ si fa vedere in avanti la Vibonese: Mauceri crossa da sinistra premiando l’accorrente Mahrous che spedisce a lato. Subito dopo timide proteste di Vukusic per un presunto intervento in area con le mani nell’area ospite. Nella girandola dei cambi Gonçalves per Sarzi Puttini, mentre D’Agostino getta nella mischia Persano e Cattaneo. Al 33′ Mikulic da lontano, sfera altissima. Capuano, evidentemente non soddisfatto del contributo di Russo, entrato in avvio di ripresa, lo rimpiazza con Catania, spendendo così l’ultima sostituzione anche per aumentare il potenziale offensivo della squadra in vista del finale. Provvidenziale, al 40′, l’intervento in chiusura di Gonçalves che libera l’area sul traversone basso di Ciotti e cancella l’occasione per la Vibonese. Due minuti più tardi Vukusic da fuori area, pallone altissimo sopra la traversa. Nei 4′ di recupero il risultato non muta. Finisce 0-0 tra gli sbadigli e solo un piccolo passo avanti in classifica per entrambe. Il Messina va a 9, la Vibonese a 8.

Pietro Sciotto

Il presidente Pietro Sciotto saluta il pubblico (foto Paolo Furrer)

Il tabellino – Messina-Vibonese 0-0
Messina (3-5-2): Lewandowski; Fazzi, Carillo, Mikulic; Morelli, Fofana (1’ st Russo, 39′ st Catania), Damian, Simonetti (14’ st Konate), Sarzi Puttini (30’ st Goncalves); Adorante (14’ st Baldé), Vukusic. A disp. Fusco, Rondinella, Fantoni, Celic, Marginean, Distefano, Busatto. All. Capuano.
Vibonese (3-4-1-2): Mengoni; Risaliti, Vergara, Mahrous; Fomov, Basso, Gelonese, Mauceri (37′ st Ngom); Tumbarello (30’ st Cattaneo); Golfo (37′ st Ciotti), Sorrentino (28’ st Persano). A disp. Marson, Alvaro, Polidori, Grillo, La Ragione, Bellini, Cigagna, Leone. All. D’Agostino.
Arbitro: Di Graci di Como (assistenti: Carpi Melchiorre di Orvieto e Camilli di Foligno)
Note – Ammoniti: 10’ st Fazzi (M), 41′ st Ciotti (V). Recupero 0’ pt, 4′ st. Spettatori: 859 biglietti venduti.

Autori

+ posts
Enable referrer and click cookie to search for cfef43dcbb961d51 ee9a4cb4bfa42ed7 [] 2.7.33