Messina-Vibonese, Ignoffo l’ultimo match-winner. Musa decisivo nel ’77

Giovanni IgnoffoGiovanni Ignoffo in azione con la maglia dell'Acr Messina

Pochi i precedenti in gare di campionato, tutti nel segno dei giallorossi, tra Messina e Vibonese che si sono già affrontate in questa stagione in Coppa Italia. Nel giorno del debutto ufficiale in panchina di Cristiano Lucarelli, era il 19 ottobre, finì 2-0 in favore dei giallorossi, a segno con Ferri e Madonia.

Messina-Vibonese

Il Messina celebra il meritato vantaggio in avvio di ripresa

Il primo incrocio, in Serie D, è invece relativo alla stagione 1973-74. Vittoria dei padroni di casa che si imposero per 2-1 con reti di Curcio al 34’ e Bertagna al 44’ su rigore e gol ospite di Zamengo dal dischetto al 47’. A fine campionato il Messina festeggiò l’approdo tra i professionisti. Il 21 novembre 1977, nell’undicesima giornata del campionato di Serie D, bastò un gol ai giallorossi per strappare l’intera posta. A decidere fu una rete di Ezio Musa, a segno al 5’ del secondo tempo. Al termine di quel torneo Messina promosso per meriti sportivi dalla Lega, insieme al Cosenza, dopo Vittoria, Nuova Igea, Vigor Lamezia e Alcamo. Vibonese, invece, al penultimo posto e retrocessa con Cantieri Navali Palermo, Termitana e Milazzo.

Messina-Vibonese

Ferri pressato sotto lo sguardo di Marseglia

Il 28 ottobre 2012, infine, ancora in Serie D, Messina batte Vibonese 1-0. Insolito match-winner il difensore Giovanni Ignoffo, andato a bersaglio sugli sviluppi di un calcio di punizione di Quintoni. Tre punti pesanti nella corsa al salto di categoria, perché quel giorno la squadra di Catalano balzò al primo posto in classifica e riuscì poi, vincendo il testa a testa con il Cosenza, ad ottenere la promozione. Sabato il primo incontro tra le due squadre a livello di Lega Pro. In generale i peloritani sono imbattuti tra casa e fuori contro i rossoneri, avendo ottenuto anche una vittoria e due pareggi in terra calabrese.

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva