Messina, un solo ko contro l’Avellino. Firmata Biancolino la vittoria del 2007

Raffaele BiancolinoRaffaele Biancolino ha indossato le maglie di Avellino e Messina

Messina-Avellino è un’altra grande classica che ritorna dopo diversi anni di assenza. Eziolino Capuano sfiderà domenica il suo recente passato, avendo allenato i biancoverdi nella stagione 2019-20. Un confronto, tra squadre con tifoserie gemellate, che vede i peloritani nettamente in vantaggio guardando i precedenti casalinghi. Soltanto una la sconfitta rimediata in quindici partite, con sette vittorie e sette pareggi a completare il bilancio.

Ficcadenti

Ficcadenti, in rete contro l’Avellino nel 1989-90

Prima volta in C nel 1948-49: finì 0-0. Nel 1968-69 successo per 2-1 del Messina con Veneri a sbloccare il risultato al 19′ e La Rosa a timbrare la vittoria all’83’ dopo il momentaneo pari di Pellizzari (57′). Nel 1969-70 pari senza gol, mentre nel 1970-71 fu Polizzo, al 33′, a determinare l’1-0 di marca giallorossa. Nel 1971-72 un altro 0-0. Gli irpini passarono nel 1972-73 per 2-1 ed è questo, ad oggi, l’unico blitz della loro storia in terra messinese. Decisiva la doppietta di Zucchini al 17′ e al 79′, inframezzata dal rigore di Pittofrati al 65′.

Tra la fine degli anni Ottanta e l’inizio dei Novanta altra serie di sfide con esito decisamente favorevole al Messina. In B, nel 1988-89, l’1-0 con gol di Mossini al 18′. Nel 1989-90 affermazione per 2-0 grazie alle reti di Ficcadenti al 16′ e Cardelli al 52′. Nel 1990-91 botta e risposta CambiaghiFonte, tra il 71′ e il 74′, per l’1-1. Gabrieli al 9′ e Breda al 31′ siglarono il 2-0 del torneo 1991-92, stagione nerissima per entrambe, retrocesse in C1, dove si ritrovarono quindi nel 1992-93. L’autorete di Marino al 1′ e gol di Limetti al 64′ sancirono l’1-1.

Magliocco

Magliocco in azione. Suo l’ultimo gol all’Avellino

Nel 2000-01, all’ultima giornata di andata del campionato di C1, Messina-Avellino terminò 0-0. Un girone dopo, al “Partenio”, l’incredibile epilogo con la promozione sfumata e i peloritani costretti a disputare i playoff, poi vinti. Nella storica stagione 2003-04, tra i cadetti, i giallorossi guidati da Mutti non fallirono al “Celeste” contro Zeman, imponendosi per 3-2. Mattatore Di Napoli, a segno al 4′ e al 63′ (con un magnifico colpo di tacco), poi Sosa al 44′. Di Capparella al 24′ e Tisci al 68′ (su punizione) le altre marcature campane. Messina in A e Avellino mestamente retrocesso.

Nel 2007-08, ancora in B, l’1-0 arrivò grazie al gol dell’ex Biancolino al 36′. Per il “Pitone” niente esultanza in rispetto ai suoi vecchi colori. Infine, l’unico precedente in D, datato 29 novembre 2009. Pari di rigore al “San Filippo”. Al 60′ il penalty trasformato da Romano. La reazione giallorossa si concretizzò all’85’: Magliocco ribadì in rete dopo la respinta del portiere Giordani sulla sua conclusione dagli undici metri.

The following two tabs change content below.