Messina non vuole sfigurare: pulizia e asfalto in volata! Nave da crociera “dirottata” a Catania

Piazza CastronovoUltimi interventi di rifacimento del manto stradale a Piazza Castronovo

Dopo 18 anni Messina torna ad ospitare l’arrivo di una tappa del Giro d’Italia. E imitando i velocisti in gruppo, anche la città dello Stretto è protagonista di una volata di tutto rispetto! Nelle ore antecedenti lo sbarco della carovana rosa sui venti chilometri di tragitto cittadino, che va da Giampilieri al Municipio, con il clou dei 7 chilometri dell’inedito circuito ricavato in centro, l’Amministrazione Comunale ha disposto un’intensificazione degli interventi preparatori.

Team Bahrain Merida

Necessaria un’area di stoccaggio supplementare per ospitare i pullman delle squadre (foto Vincenzo Nicita Mauro)

Operatori ecologici al lavoro sulle via La Farina e Garibaldi, con particolare attenzione allo spartitraffico. “Si è lavorato anche nella notte – ammette l’assessore allo sport Sebastiano PinoOltre allo spazzamento, sono in corso minuziosi sopralluoghi sul percorso, per la messa in sicurezza dei tombini. A Piazza Castronovo, un punto delicato attenzionato dagli organizzatori, è stato richiesto un ulteriore intervento di bitumazione, per garantire la massima sicurezza ai corridori”.

In extremis, Messina sembra avere risolto una problematica sollevata con insistenza nei mesi scorsi da Rcs, che riteneva insufficiente l’area di stoccaggio messa a disposizione per ospitare i pullman delle squadre, degli autentici motorhome simili a quelli delle scuderie di Formula uno. “Dopo alcune riunioni con l’Autorità Portuale, ci è stato concesso l’utilizzo di un’area supplementare, quella del Molo Marconi. Ospiterà il punto medico avanzato del 118, per eventuali emergenze sanitarie, e la carovana pubblicitaria, che arriverà in città un’ora prima dei corridori. Vi sono comunque aree riservate nel tratto circostante il Comune”, ha aggiunto Pino.

Carnival Cruises

Una nave da crociera della Carnival Cruises è stata “dirottata” a Catania per evitare concomitanze con l’arrivo di tappa a Messina

Scongiurato anche il rischio di un caos supplementare nell’area a ridosso dell’arrivo di tappa. Era previsto per martedì infatti l’approdo di una nave da crociera, della Carnival Cruises, che avrebbe portato 2.200 passeggeri a terra proprio nel momento di maggiore ressa. Dopo gli iniziali rifiuti, i proprietari della compagnia si sono convinti nella giornata di martedì a “dirottare” il mezzo nella vicina Catania.

Il dirigente del Dipartimento Viabilità, l’ingegnere Mario Pizzino, è soddisfatto intanto per la collaborazione mostrata dai messinesi: “Purtroppo i carro attrezzi sono in azione già dalla giornata di martedì, perchè c’è chi non ha rispettato i divieti di sosta. Ad ogni modo ci aspettavamo di peggio”. Resta il fatto che per non sfigurare ci si è mossi forse con colpevole ritardo. Basterà per offrire un’immagine positiva ai network nazionali e internazionali? Di certo le polemiche non mancheranno. In quelle d’altronde, Messina primeggia sempre e non teme rivali.

Commenta su Facebook

commenti