Messina, nel 2018 per risalire la china. Insidia calendario: sette trasferte da brividi

RosafioIl Messina celebra la doppietta di Rosafio (foto Paolo Furrer)

I 17 punti collezionati nelle ultime otto partite hanno rilanciato le quotazioni del Messina, adesso appena fuori dalla zona playout. Complessivamente cinque vittorie, cinque pareggi e sette sconfitte nel ruolino dei giallorossi al giro di boa. L’avvio da horror – appena tre punti, frutto di altrettante “X”, in nove turni – culminato con il terribile 0-5 subito per mano della Vibonese, ha costretto la squadra del presidente Sciotto ad una prima parte di stagione tutta in salita, vissuta sempre nei bassifondi della classifica.

Yeboah

Il ghanese Yeboah ha esordito contro il Paceco (foto Nino La Macchia)

La cura Modica ha poi sortito alla lunga gli effetti sperati, ma per poter alzare l’asticella e porsi nuovi obiettivi, diversi da una tranquilla salvezza, i giallorossi dovranno definitivamente cambiare marcia alla ripresa del torneo. La zona playoff dista ad oggi dieci lunghezze, decisamente tante. Una missione difficile, ma non impossibile. Nelle parole di dirigenti, staff e giocatori traspare infatti la voglia di provarci per non lasciare nulla di intentato. Yeboah, che ha portato peso specifico al reparto offensivo, abbinato alla buona vena di Rosafio e Ragosta (nove gol in due), possono garantire la spinta in più, attendendo i nuovi innesti. Da registrare c’è soprattutto un reparto arretrato che ha spesso cambiato interpreti, sia tra i difensori che per il ruolo di portiere, con ben quattro numeri 1 che si sono alternati tra i pali, non trovando mai l’assetto definitivo. Sono state 25 le reti incassate, soltanto tre in 17 gare i “cleen sheet”.

Modica

Modica non riesce a darsi pace per una decisione arbitrale

Nel 2018 si ripartirà il 7 gennaio dalla sfida casalinga con il Portici. Il calendario riserverà però al Messina gli impegni esterni contro sette delle prime nove attualmente in classifica. La trasferta sul campo della Nocerina rappresenterà, il 14 gennaio, il primo appuntamento lontano dal “Franco Scoglio” nel nuovo anno. Poi Gela (28 gennaio) ed Acireale (11 febbraio), la capolista Troina e la Vibonese da affrontare consecutivamente tra il 25 febbraio ed il 4 marzo, il derby con l’Igea Virtus il 25 marzo e il match di San Cataldo il 22 aprile, con le sole eccezioni di Cittanovese e Ercolanese, che saranno invece ospiti in riva allo Stretto rispettivamente il 21 gennaio e 29 marzo. Tra le mura amiche Migliorini e compagni affronteranno anche le più abbordabili Gelbison (4 febbraio), Roccella (18 febbraio), Palazzolo (18 marzo), Palmese (15 aprile) e Paceco (29 aprile), chiudendo la regular season sul terreno dell’Isola Capo Rizzuto, battuta per 3-0 nell’ultimo atto del 2017.

Commenta su Facebook

commenti