Messina, la Berretti scivola contro il Foggia. Successo degli Allievi

Il calcio d'inizio di Messina-Foggia
Il calcio d'inizio di Messina-Foggia

Il calcio d’inizio di Messina-Foggia

Nuovo tonfo per la Berretti del Messina sconfitta per 3-4 contro il Foggia. Nella compagine di mister Spada  in campo anche Guilana e Siciliano, facenti parte del gruppo della prima squadra. Partita equilibrata sino al 28’, quando Bruno si avventa su un cross dalla destra ed insacca di testa. Al 44’ arriva il pareggio del Messina per un rigore dubbio concesso per fallo su Siciliano. Batte Bonanno che insacca spiazzando Gaggiano.

Nella ripresa, al 3’, Mangini manca l’intervento su un cross dalla sinistra e Bruno deve solo appoggiare per il nuovo vantaggio del Foggia. Il Messina attacca e la formazione pugliese trova ampi spazi in contropiede. Al 10’ svetta il piccolo Monopoli che sigla la terza rete ospite. I giallorossi provano la reazione ed al 24’ Gitto, dai venti metri, scaglia un tiro che s’insacca sotto la traversa. Il Foggia continua ad essere pericoloso sulle ripartenze ed al 26’ è il nuovo entrato Sciangalepore che sfugge a Milano e supera Mangini per la quarta volta. Al 32’ il Messina accorcia con Giove su punizione. I ragazzi di Spada cercano il pareggio, ma il bunker dei pugliesi regge sino alla fine della gara. Dopo questa sconfitta la Berretti del Messina scivola in graduatoria dal secondo al quinto posto.

MESSINA-FOGGIA 3-4

Messina: Mangini, Castagnolo D. (36’ st Milici), Gitto, Dushkaj, Guilana Aspar, Milano, Siciliano (4’ st Patanè), Fenech, Bonanno, Sindoni (4’ st Giove), Castagnolo R. .In panchina: Hoxhaj, Scardino All. G.Spada

Foggia: Gaggiano, Libero, Corso, Martino, Dinielli, Calabrice, Monopoli (45’ st Ricciardi), Di Gregorio (40’ st Pepe S.), Bruno (22’ st Sciangalepore), Pepe L., Martinelli. All. Lo Polito

Arbitro: Gabriele Bellinghiere di Messina. Assistenti: Giuseppe Visalli e Joseph Russo di Messina

Reti: 28’ pt Bruno, 44’ Bonanno (rig.), 3’ st Bruno, 10’ st Monopoli, 24’ st Gitto, 26’ st Sciangalepore, 32’ st Giove

Recupero: 2’ e 5’

ALLIEVI – Nell’anticipo di sabato i giallorossi del Messina ritrovano la vittoria e riscattano la sconfitta di Salerno. Il primo gol, al 10’, è di Bellamacina che beffa Dongiovanni in uscita. La Vigor Lamezia non riesce a reagire ed al 28’ deve subìre il raddoppio ad opera di Malsano che di testa infila la palla in rete. Sempre nel primo tempo i peloritani lamentano la mancata concessione di un calcio di rigore. Nella ripresa il Messina gestisce, la Vigor gioca bene ma non riesce a rendersi pericolosa negli ultimi quindici metri contro l’arcigna difesa giallorossa. Finisce, così, 2-0.

MESSINA-VIGOR LAMEZIA 2-0

Messina: Scardino, Crisafulli, Iannello, Malsano (1’ st Scarbaci), D’Angelo, Sciotto (18’ st Pancari), Lia (20’ st Ancione), Bellamacina (40’ st Scauso), Adelfio (14’ st Longo), Doddis, Genovese (10’ st Galletta). A disp.: Giunta, Vitale, Fiumara All. Cosimini

Vigor Lamezia: Bongiovanni, Russo, Saladino, Grandinetti, D’Agostino (43’ st Cutuli), Pizzonia, Sileo (24’ st Perri), Bronzi (6’ st Mono), Calabria, Umbaga (41’ st Novello), Ferraro (41’ st De Fazio). A disp: Chieffa, Pace, Cicala. All. F. Gatto

Arbitro: Madonia di Palermo

Reti: 10’ pt Bellamacina, 28’ pt Malsano

GIOVANISSIMI – I Giovanissimi del Messina sbagliano l’approccio alla gara e subiscono un poker dalla capolista Palermo. Primo tempo incolore per i giallorossi che incassano tre reti senza dare segni di reazione. Nella ripresa la strigliata di mister Crisafulli dà qualche frutto, il Messina riesce a tenere il campo e trova il gol su rigore di Carini, ma nel finale capitola per la quarta volta.

Al 9’ azione sulla sinistra con Caliva che entra in area e con un perfetto diagonale supera Benfatta. Al 18’ arriva il raddoppio dei rosanero: Santoro tenta il diagonale che Benfatta para ma non trattiene, Giglio in tap-in mette dentro. Al 36’ i padroni di casa usufruiscono di un rigore che Santoro trasforma. Mister Crisafulli cerca risorse in panchina e propone in campo nella ripresa una squadra più attenta. Al 3’ discesa di Sturniolo, palla in mezzo e Presti manca l’aggancio. Al 30’ il direttore di gara decreta un calcio di rigore per atterramento di Presti. Batte Carini ed accorcia le distanze, ma nel finale il Palermo trova il 4-1 con un gol di Zito, entrato nella ripresa.

PALERMO-MESSINA 4-1

Palermo: Graziano (8’ st Guddo), La Sala (32’ pt Mansueto, 21’ st Palesano), Collura (6’ st Tarantino), Mule, Marigliana, Marciante, Giglio (29’ st Moreno), Ales (28’ pt Maceri), Caliva, Santoro, Geraci (22’ st Zito). All. S.Zammiti

Messina: Benfatta S., Arizzi, Micali (1’ st Privitera), Presti F. (29’ pt Mirabile), Mendolia, Leo (18’ st Cutè), Laudani (21’ pt Tritone, 29’ st Spoto), Benfatta P. (11’ st Presti M.), Cavarra, Carini, Sturniolo. All. A.Crisafulli

Arbitro S.M.Parrinello di Palermo

Reti: 9’ Caliva (P), 18’ Giglio (P), 36’ Santoro rig. (P), 30’ st Carini rig. (M), 49’ st Zito

Rec.: 2’ e 4’

 

Commenta su Facebook

commenti