Messina, il delicato incrocio con il Brindisi apre un nuovo tour de force

EmmaussoEmmausso prima del rigore a Picerno (foto Paolo Furrer)

Dopo il botta e risposta con il Comune sul fronte stadio, ormai una tradizione pluriennale in riva allo Stretto, si torna a giocare e per il Messina si apre un nuovo tour de force. Il match casalingo con il Brindisi è infatti il primo di quattro impegni previsti in appena undici giorni, in virtù della calendarizzazione del recupero della gara di Taranto, fra la trasferta di Crotone e l’incrocio casalingo con il quotato Benevento.

tifosi Messina

Il Messina ringrazia i suoi tifosi a Picerno (foto Paolo Furrer)

Mister Modica, accantonata l’amarezza per le incomprensioni con Palazzo Zanca sulla disponibilità infrasettimanale del “Franco Scoglio”, un’istanza legittima, che avrebbe dovuto manifestare magari una figura dirigenziale, recupera il centrocampista Marco Firenze dopo il lungo infortunio: è assente dall’1 ottobre, quando firmò l’assist decisivo per Plescia contro l’Avellino. Rientrano anche Federico Pacciardi dopo la squalifica e Andrea Zammit dopo la convocazione nell’Under 21 maltese.

L’indisponibilità di Lia potrebbe originare la conferma in blocco della retroguardia con i centrali Manetta e Ferrara (che peraltro è l’unico ex della sfida) e Ortisi e Salvo sulle corsie esterne. Non va comunque escluso il possibile ritorno tra i titolari di Pacciardi. Gli altri tre impegni ravvicinati alle porte potrebbero infatti imporre qualche rotazione, anche perché domenica si va a Crotone, sul campo di una squadra che a Giugliano ha appena conquistato la seconda vittoria consecutiva, risalendo a -5 dalla vetta.

Franco ed Emmausso

Franco ed Emmausso celebrano il gol (foto Paolo Furrer)

A centrocampo sembra ormai imprescindibile Franco, al cui fianco potrebbe tornare Scafetta e magari anche Giunta, considerato che Frisenna è sembrato accusare per la prima volta lo stress da sovraccarico a Picerno. L’ex Licata fin qui è stato sempre impiegato nelle nove gare ufficiali ed è partito titolare nelle otto di campionato. Emmausso è pronto a supportare Plescia, avanzando di nuovo il proprio baricentro. Conferma in vista anche per Cavallo, con Ragusa che potrebbe invece partire dalla panchina. L’ex Sassuolo da subentrante sembra un’arma letale, più di quando parte titolare.

Meno calde altre candidature, anche perché Zunno ha avuto fin qui un minutaggio ridotto, come Luciani. Il Messina in trasferta ha raccolto appena due punti per cui alla vigilia di una doppia gara esterna l’impegno casalingo con il Brindisi vale doppio. I pugliesi, a parte l’impresa sfiorata con la Juve Stabia capolista, hanno battuto Monterosi, Latina e il Francavilla in Coppa Italia. Tre le sconfitte esterne. In casa Acr è d’obbligo fare tesoro del passo falso con il Sorrento per non vanificare il fin qui positivo avvio di stagione.

Testi Fracidi

I Fracidi a Picerno (foto Paolo Furrer)

Da segnalare una nuova iniziativa del club per incentivare le presenze: dopo gli inviti alle scuole (sugli spalti gli studenti del Nautico), da questa partita saranno ospiti del club anche dei tifosi provenienti dalla provincia. Attesi un centinaio di sostenitori residenti nei comuni di San Piero Niceto e Gualtieri Sicaminò, la località di cui è originario il presidente Pietro Sciotto, che intende così coinvolgere anche i centri limitrofi. Un altro segnale di discontinuità con il passato, nella speranza che l’annunciato arrivo dei teloni protettivi per il manto erboso possa anche archiviare lo spiacevole corto circuito con le Istituzioni.

Autori

+ posts

Direttore di MessinaSportiva.it, che ha fondato nel 2005. Ha lavorato nelle tv private messinesi TeleVip e Tremedia per 13 anni, nella carta stampata ("Il Dubbio" e il "Quotidiano di Calabria") e per 6 anni presso la Scuola di Giornalismo della Lumsa di Roma. Nel 2022 è maestro in una scuola primaria a Siena, dal 2023 assistente amministrativo in una scuola secondaria a Piacenza.