Messina, due successi a Benevento targati Schillaci e Godeas

ACR MessinaAncora uno scatto relativo all'esultanza per la rete di Nigro

Quello di mercoledì sarà il tredicesimo confronto in terra campana tra Benevento e Messina. Il bilancio è di sei vittorie dei padroni di casa, quattro pareggi e due successi ospiti. Il primo incrocio risale al lontano 1946-47. Esultano i sanniti per 2-1, con reti di Gerbi e Salvati. Gennaro per i giallorossi. Risultato che si è ripetuto nella stagione 1948-49. Avedano e Simoni su rigore, tra il 14’ ed il 17’, spianano la strada al successo dei campani. Moro, all’83’, accorcia le distanze. Quindi l’1-1 del 1949-50, con marcatori Bertolin e Pastore. Dopo oltre vent’anni le due squadre si sono poi affrontate nel 1974-75. Affermazione per 3-1 dei locali, con Zica al 21’ ad aprire le marcature. Quindi la doppietta di Cascella, in gol al 76’ ed all’87’, inframezzata dal centro di Parolini all’86’. Pari a reti bianche nel 1975-76, mentre nel 1976-77 nuova affermazione del Benevento: 1-0 grazie al rigore trasformato da Sabatini all’89’.

Nigro

Nigro in copertura su D’Agostino (foto Otto Channel)

Nel 1983-84 gara senza gol. Nella stagione 1984-85, invece, 2-0 in favore dei sanniti, a segno al 17’ con Lunerti ed al 40’ su autogol di Catalano. La prima vittoria del Messina arriva invece nel 1985-86. Uno 0-1 targato Schillaci (65′) che regalò di fatto la promozione in B alla squadra di Scoglio. In tantissimi i tifosi giallorossi accorsi che applaudirono la prodezza del bomber palermitano, servito da Catalano. Da Benevento partì nel 1998 l’avventura di Stefano Cuoghi sulla panchina dei peloritani. In Campania finì però 2-0, con rigore di Francesco Marra al 38’ e raddoppio di D’Isidoro al 91’. Le due formazioni, dopo la grande scalata in classifica del Messina, si contesero poi la promozione in C1 nella finale playoff di Lecce, vinta per 2-1 dal Benevento dopo i tempi supplementari. Il 25 marzo 2001 successo per 0-1 della compagine di Florimbi, lanciata verso la B, raggiunta poi tramite playoff. Decisivo Godeas all’86’, abile a sfruttare un’incertezza della difesa sannita. Lo scorso 25 aprile, in Lega Pro, l’ultima sfida. L’1-1 del “Vigorito”, determinato dalle reti di Eusepi su rigore al 27′ e dal pareggio ospite di Nigro al 70′, con un bel destro al volo, regalò con due turni d’anticipo la promozione in B alla Salernitana, spegnendo definitivamente le speranze degli “stregoni”.

Commenta su Facebook

commenti