Messina, Cossentino: “Era importante vincere, ma non siamo ancora al top”

Alberto CossentinoAlberto Cossentino in azione (foto Nino La Macchia)

La vittoria per 3-2 contro il Marsala ha consentito al Messina di sbloccarsi alla terza giornata di campionato dopo i due ko rimediati al cospetto di Bari e Igea Virtus. Un’iniezione di fiducia per il gruppo, come racconta il difensore Alberto Cossentino che ha parlato ai microfoni del sito ufficiale: “Venivamo da due sconfitte ed era importante vincere, ma dobbiamo ancora crescere come squadra sotto tanti punti di vista. Non siamo ancora al top della condizione fisica, ma col lavoro, la dedizione e con questi tre punti in più si può lavorare con maggiore entusiasmo per raggiungere la forma fisica migliore”.

Cossentino

Cossentino guida la difesa dell’ACR Messina (foto Nino La Macchia)

“Dopo una vittoria si lavora meglio – aggiunge l’ex giocatore di Latina e Siracusa – quando si vince cambia tutto, ma ora dobbiamo pensare a domenica, perché la Cittanovese è una squadra organizzata. Tutte le partite sono difficili, però ci dobbiamo preparare bene per capire dove possiamo arrivare e cosa può fare questo Messina”.

“Siamo in una fase di rodaggio – conclude Cossentino – abbiamo un allenatore nuovo. Io mi adatto a tutto quello che mi chiede il mister. Domenica abbiamo l’obbligo di dare tutto noi stessi e portare i tre punti a casa”.

Commenta su Facebook

commenti