Messina, anche la permanenza di Maiorano e Ragosta è in dubbio. Piace Biondo

MaioranoMaiorano imposta in mezzo al campo

Non solo Pezzella e Dezai, il cui addio è stato paventato a più riprese, ma per il quale manca comunque un annuncio ufficiale. Adesso sembra in dubbio anche la permanenza a Messina del centrocampista Stefano Maiorano e dell’attaccante Arcangelo Ragosta.

Ragosta

Ragosta celebra l’ultimo successo con i tifosi del Messina (foto Nino La Macchia)

Nella mattinata di giovedì infatti la società avrebbe contattato il loro procuratore, per manifestargli l’intenzione di ridiscutere gli accordi raggiunti dalla proprietà e dal precedente direttore sportivo, Fabrizio Ferrigno. Una decisione che sembra propedeutica a una rescissione contrattuale e che avrebbe sorpreso i tesserati e l’agente, anche perché arrivata a ridosso della chiusura del mercato, fissata per venerdì. In poche ore non sarebbe semplice per i calciatori trovare una sistemazione alternativa, se non tra i professionisti a gennaio, mentre l’ACR sta già battendo altre piste per colmare i vuoti in organico, come quella che porta all’attaccante Santino Biondo (quattro reti in 15 gare quest’anno), che l’Igea Virtus non sembra comunque propensa a lasciare andare a cuor leggero.

Maiorano, che ha collezionato una decina di presenze, sette da titolare, ha garantito un innegabile contributo in termini di esperienza e sostanza in mezzo al campo, dopo essersi presentato a Messina in ritardo di condizione. Nelle scorse settimane si è dovuto sottoporre a un intervento chirurgico all’avambraccio, per via di un infortunio. Anche Ragosta ha trovato progressivamente la forma migliore e domenica scorsa ha anche trasformato i due rigori che hanno consentito all’ACR di sbancare il campo del Paceco. Con le quattro reti realizzate in riva allo Stretto, l’attaccante campano ha peraltro raggiunto la soglia delle ottanta marcature in carriera.

Commenta su Facebook

commenti