Messina a piccoli passi verso la salvezza. Un pari (0-0) da sbadigli a Roccella

ScuffiaScuffia in tuffo anticipa Marzullo (foto Nino La Macchia)

I giallorossi non vanno oltre il risultato a reti bianche al “Ninetto Muscolo”, ma la classifica resta invariata. Pochissime le emozioni. Di Selvaggio l’occasione più ghiotta a due minuti dal termine. 

La cronaca – Nel turno pre-pasquale Roccella e Messina si affrontano al “Ninetto Muscolo” in un match delicatissimo per entrambe in chiave salvezza, a sole tre giornate dal termine del campionato. I calabresi sono alle prese con tante assenze. Ben quattro gli squalificati: Asselti, Osei, Fella e Amelia. Infantino, invece, è privo di Arcidiacono, Cocimano e Zappalà, ma recupera il portiere Lourencon che ha scontato la squalifica. Conferme nell’undici iniziale per Pirrone e Selvaggio dopo la sfida vinta contro la Nocerina.

Messina

La formazione titolare del Messina (foto Nino La Macchia)

Al 2’ giallorossi pericolosi con Catalano, sul cui cross manca la deviazione vincente di uno dei compagni. Per il Roccella Mbaye in evidenza al 17’, quando supera Barbera e trova la risposta di Lourencon, poi altro tiro di Diop che non impensierisce il portiere del Messina. Sulla punizione di Pizzutelli, al 29’, Lourencon è ancora attento e non si fa sorprendere. Ritmi lenti, la manovra della squadra di Infantino non trova sbocchi. Ancora Roccella al 32’ con la conclusione a giro di Pizzutelli che impegna Lourencon, chiamato alla parata in presa. Sul fronte opposto nessun problema per Scuffia sul colpo di testa di Tedesco, imbeccato da Catalano. Più difficile per il portiere di casa al 38’, sulla punizione di Catalano che lo costringe al tuffo per deviare il pallone in corner. Roccella e Messina al riposo sullo 0-0 dopo un primo tempo con poche emozioni. La musica non cambia nella seconda frazione, dove in avvio le occasioni da gol latitano. Infantino perde Pirrone per infortunio. Lo rimpiazza Carini. Gioco spezzettato e tanti sbadigli, soltanto le sostituzioni da annotare. Il Messina prova, almeno nel finale, a dare uno scossone al match. Senza precisione al 38′ il colpo di testa di Marzullo, sul traversone di Barbera. Poco dopo Carini non sfrutta lo spunto di Selvaggio. È lo stesso Selvaggio, al minuto 87, ad andare ad un soffio dal vantaggio con un tiro al volo da centro area, ma Scuffia si oppone, deviando sopra la traversa. Non ce la fa a proseguire Selvaggio, rilevato da Amadio. Quattro i minuti di recupero. Entra anche Aldrovandi al posto di Tedesco, acciaccato. Finisce 0-0. Il Messina fa solo un piccolo passo avanti verso la salvezza, restando a +4 sulla Sancataldese, in un turno in cui la situazione di classifica è quasi del tutto rimasta immutata. Per questo il 28 aprile basterà un pareggio, in casa proprio con la Sancataldese, per assicurarsi in modo definitivo la permanenza e chiudere i conti.

Lourencon

Lourencon blocca un pallone a terra (foto Nino La Macchia)

Il tabellino. Roccella-Messina 0-0
Roccella: Scuffia, Cordova, Filippone, Zukic, Pizzutelli, Diop, Ngom, Busatta (7’ st Messina), Braglia, Riitano (30′ st Aiello), Mbaye. A disp. Perfetti, De Luca, Scrivo, Majore, Akonedo. All. Loccisano
Acr Messina: Lourencon, Biondi, Barbera, Pirrone (19’ st Carini), Ba Simy, Ferrante, Selvaggio (43′ st Amadio), Traditi, Marzullo, Tedesco (47′ st Aldrovandi), Catalano. A disp. Meo, Candè, Bossa, Janse, Mancuso, Dascoli. All. Infantino.
Arbitro: Sfira di Pordenone (assistenti Orsogna e Barberis di Collegno)
Ammonii: Busatta (R), Pirrone (M), Tedesco (M), Zukic (R), Messina (R)

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti