Lo Sport è Cultura Patti non fa sconti, anche a Spadafora una prestazione da urlo

Una fase del derby fra Nuovo Avvenire Spadafora e Sport è Cultura Patti

Lo Sport è Cultura Patti non si ferma più, stravince anche in trasferta contro Il Nuovo Avvenire Spadafora per 69-105. Con questo risultato la squadra di coach Sidoti colleziona la sua undicesima affermazione consecutiva e mantiene il secondo posto a 2 punti dalla Zannella Cefalù, mantenendo sempre a 2 punti di distanza la Costa d’Orlando uscita vittoriosa dal derby casalingo con il San Filippo del Mela. Coach Maganza schiera Sofia, Vento Contaldo, Scozzaro e Stuppia; coach Pippo Sidoti oppone Giorgio Busco, Custis, Bolletta, Costantino e Saintilus.

Coach Maganza consegna una targa ricordo all'ex Marco Busco

Coach Maganza consegna una targa ricordo all’ex Marco Busco

Già dai primi minuti si delinea l’andamento del match: Patti comanda le operazioni con la consueta personalità. Il trio Saintilus-Bolletta-Custis in attacco trova il canestro con regolarità, dall’altra parte Sofia e Scozzaro provano a tenere in linea di galleggiamento Spadafora, ma l’intensità difensiva dei pattesi non permette all’attacco di casa di esprimersi al meglio, così il distacco comincia già ad essere importante. Il primo periodo si conclude  sul 15-30 e per i ragazzi di Luigi Maganza si prospetta una serata non facile. In effetti nella seconda frazione, il trend rimane invariato. Stuppia e Contaldo provano a non far scappare gli avversari, ma in campo Patti sembra volare, mettendo in pratica una pallacanestro fatta di giochi e giuste letture su entrambi i lati del campo. Il divario non può che aumentare e il risultato è già messo in cassaforte per Costantino e compagni che vanno al riposo lungo sul +24 (34-58).

Il Nuovo Avvenire prova con tutte le proprie forze a rientrare in partita, ma gli ospiti gestiscono bene il proficuo vantaggio abbassando i ritmi, coach Sidoti ne approfitta per dare spazio ai suoi under. Buono l’impatto sul match di Lumia e Ettaro subentrati dalla panchina. I giovani pattesi riescono a mantenere il vantaggio maturato lanciando ottimi segnali al proprio coach. Quando inizia l’ultimo quarto il tabellone recita 55-77, i giochi sono ormai fatti e allora l’intensità scende. Con i canestri di Marabello e Alessandro Sidoti da una parte e Colosi dall’altra si chiude il match col risultato di 69-105.

La gara è stata messa subito sui giusti binari dalla truppa di coach Sidoti, il vantaggio maturato nei primi due quarti, ha permesso loro di gestire le forze anche in vista del prossimo delicato incontro. Domenica 30 Gennaio infatti, trasferta in casa del Green Basket Palermo, ridimensionato dalle cessioni di Fazio e Cacciavillani, ma sempre temibile per la presenza fra i biancoverdi di giocatori del livello di Gullo (un ex), Lombardo e Lebo. Per l’occasione è stata organizzato un pullman a disposizione dei tifosi, che così avranno modo di seguire i propri beniamini al PalaMangano.

Tabellini: 69-105

Parziali: 15-30; 19-28; 21-19; 14-28.

Il Nuovo Avvenire Spadafora: Barbera 6, Colosi 5, Contaldo 9, Di Dio Busà 1, Mobilia n.e., Mondello 3, Scozzaro 14, Sofia 9, Stuppia 15, Vento 7, Squadrito, Pollicino. Allenatore: Luigi Maganza

Sport è Cultura Patti: Busco G. 10, Custis 28, Saintilus 28, Bolletta 19, Costantino 4, Busco M. 4, Sidoti Ale 1, Marabello 4, Ettaro 4, Lumia 3, Anzà. Allenatore: Pippo Sidoti

Arbitri: Castorina e Panno

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti