LNP, Coldebella: "La Sicilia vive un periodo positivo. Per far sport servono strutture adeguate"

Si è svolto nel pomeriggio di ieri presso la sala stampa “Daniele Di Noto” del PalaFantozzi il previsto incontro tra i vertici della dirigenza della Lega Nazionale Pallacanestro e i rappresentanti dei club siciliani e della parte inferiore della Calabria militanti nei tornei di Legadue Gold, Legadue Silver, DNB e DNC.

Capo d’Orlando è la settima tappa dei tour organizzati dal nuovo gruppo dirigente della LNP, un percorso proiettato verso la vicinanza alle 178 società rappresentate e con cui studiare formule commerciali e manageriali ..

Io in posti come questo qui mi sento a casa, sono passionale e qui sento i rimbalzi del pallone, vedo un’organizzazione che noi tutti  – esordisce il direttore generale della LNP Claudio Coldebella, icona del pallacanestra italiana a cavallo tra gli anni ottanta e novanta – vorremmo vedere in luoghi in cui si mastica basket. La Sicilia sta vivendo un periodo particolarmente positivo. Tutti noi siamo eccitati per il fermento che si registra qui, ma devo sottolineare che si deve puntare, prima di tutto, sulle strutture. Io sono attento a certe cose: a Capo d’Orlando ho trovato una Sala Stampa ottima, abbiamo la possibilità di collegamento internet, di sfruttare alcune tecnologie. Se si vuole fare sport di un certo livello, occorre avere le strutture adatte. Senza le strutture non hai futuro“.

Penso che sia doveroso – esordisce Stefano Valenti, responsabile Comunicazione ed eventi della LNP, dopo aver ricordato il ricco bagaglio di esperienze, anche internazionali ed in vari ruoli del d.g. Coldebella – essere uniti nel nostro mondo. La Lega deve incontrare gli addetti ai lavori e le Società. L’abitudine del passato era quella di non essere troppo attenti ai regolamenti. Oggi la LNP vuole essere un sostegno per le Società. La Legadue Gold, la Silver, la DNB e la DNC, hanno un bacino di utenza pari a 700.000 persone. Questi sono numeri reali di cui dobbiamo tutti tener conto. Dobbiamo trasmettere positività, Noi vorremmo raccontare delle storie e nei nostri campionati siamo certi che ce ne siano tante. Il nostro portale deve diventare un luogo dove leggere delle storie“.

La Sicilia è una seria candidata ad ospitare le prossime edizioni della Coppa Italia che si dovrebbe disputare in marzo. Una candidatura ad oggi certo prematura, anche perché a determinare le partecipazioni sarà quest’anno il campionato. Ad esempio, per Legadue Gold e Silver si disputerà una “final six” che vedrà impegnate sul parquet le prime quattro classificate della prima e le prime due della seconda al giro di boa del girone d’andata. 

Commenta su Facebook

commenti