L’Italia di Sottile fa poker, schiantato 3-1 anche il Brasile

ItaliaItalia da sogno a Rio

Fantastica Italia, torna indietro nel tempo e ancora una volta zittisce i 12mila del Maracanazinho, come nel magico 1990. Gli Azzurri battono il Brasile per 3-1 con una nuova bellissima prestazione e conquistano non solo la quarta vittoria, ma anche il passaggio ai quarti di finale del torneo con il primo posto in classifica, che regala il piccolo vantaggio di giocare contro la quarta dell’altra pool. Questa volta niente rotazioni per il milazzese Sottile, ma questo non sminuisce certo la soddisfazione per un torneo olimpico fin qui senza sbavature.

Ivan Zaytsev

Ivan Zaytsev al servizio

Vittoria di sostanza maturata in rimonta dopo aver perduto il primo set in cui Birarelli e compagni erano arrivati a condurre 23-21. Poi il match ha cambiato volto, nel secondo c’è stata una gran bagarre, ma alla fine sono stati gli azzurri ad imporsi 25-23. Ancora equilibrato il terzo, con l’Italia più tranquilla e sicura. Semplicemente dominato dai tricolori il quarto.

Grande prova di squadra in cui tutti i singoli si sono esaltati: da Zaytsev best scorer con 21 punti, al capitano Birarelli entrato a freddo dopo pochi scambi per sostituire Piano (l’infortunio di Matteo che deve ancora essere valutato è la nota stonata della giornata) è divenuto un vero baluardo a muro. Almeno quanto Colaci lo è stato in difesa. Bravo a guidare la squadra nei momenti delicati Giannelli, generoso e concreto Lanza, ben affiancato da Buti. Super come sempre dal secondo set in poi Juantorena.

Simone Giannelli

Simone Giannelli celebra un punto

Il Brasile ha dato tutto quello che aveva ma non è bastato, rispetto alla squadra che aveva superato nettamente gli azzurri a Cracovia in luglio sembrava composto di uomini diversi, ma anche l’Italia sembrava un’altra. La sconfitta (la seconda consecutiva) mette i verde oro in una situazione delicatissima di classifica. I brasiliani contro la Francia, il giorno di Ferragosto, si giocheranno tantissimo, rischiando anche l’eliminazione nel caso in cui Bruno e compagni dovessero perdere con i transalpini (andati ko con gli Usa) e il Canada battere la formazione di Blengini.

Come hanno sottolineato i giocatori italiani sono state vinte tutte le gare, ma ancora non si è fatto nulla. Essere consapevoli di questo è già una cosa importante per una Olimpiade che dopo quattro giornate vede solo l’Italia ancora imbattuta tra le dodici in lizza.

Filippo Lanza

Filippo Lanza

ITALIA-BRASILE 3-1 (23-25 25-23 25-22 25-15)
ITALIA: Buti 3, Zaytsev 20, Lanza 14, Piano 2, Giannelli 4, Juantorena 15. Colaci (L). Vettori, Birarelli 13. Non entrati: Sottile, Antonov, Rossini. All. Blengini
BRASILE: Mauricio Borges 1, Lucas 12, Bruno, Lucarelli 15, Mauricio Souza 5, Wallace 17. Sergio (L). Lipe 4, William 1, Evandro, Eder, Douglas. All. Bernardinho.
ARBITRI: Dudek (Pol) e Shaaban (Egy)
Spettatori: 10000. Durata set: 25, 30, 31, 23,
Italia: bs 21, a 6, mv 13, et 31.
Brasile: bs 17, a 0, mv 8, et 27.

Commenta su Facebook

commenti