L’Igea riparte dalle parate di Inferrera: “Mai pensato di lasciare questi colori”

Inferrera abbraccia un tifoso in curva

Una buona squadra si costruisce cominciando da un portiere capace di dare serenità al reparto difensivo, a maggior ragione se ormai si sente parte integrante del gruppo. L’Igea Virtus ha deciso di puntare ancora su Giovanni Inferrera e da quei soli 12 gol al passivo incassati nella passata stagione, dato che la dice lunga sulla solidità del pacchetto arretrato della formazione di Peppe Raffaele. Una volta messa nero su bianco la permanenza del tecnico igeano, ecco arrivate una dopo l’altra le conferme dei giocatori che compongono lo zoccolo duro della squadra che ha riportato il calcio barcellonese in quarta serie.

Inferrera sventa la conclusione dalla distanza di Mento

Inferrera sventa la conclusione dalla distanza di Mento

Il difficile, però, viene adesso, perché la Serie D sarà tutt’altra storia: “La riconferma mi ha fatto molto piacere. C’è un ambiente molto familiare e poi mi sono affezionato a questa realtà, ai suoi colori e alla sua storia” ha dichiarato Inferrera. “Ho trovato dei tifosi splendidi che ci hanno seguito sempre, sono davvero felice perché disputare la Serie D dopo averla conquistata sul campo è davvero una grande soddisfazione”.

Nella prossima stagione l’Igea ripartirà all’insegna della continuità, con l’obiettivo di confermare i risultati ottenuti l’anno scorso: “Confermare lo zoccolo duro è importante. Il mister è una persona competente e sa che le squadre si costruiscono innanzitutto creando gruppi di giocatori che si stimano al di là del rettangolo verde. Sono contento che la società abbia sposato questa filosofia, poi tocca a noi come squadra fare il massimo affinché i tifosi igeani possano gioire anche la prossima stagione. Quando ho firmato il rinnovo c’era pure il mister Raffaele che già sapeva tutto e questo testimonia l’ottimo rapporto umano e la stima che ci lega. E’ una persona molto umile”.

Igea Virtus-Milazzo

La squadra ringrazia la curva

Inferrera è uno dei pezzi pregiati della rosa e la sua permanenza in giallorosso non è mai stata in dubbio: “Da parte mia non c’è mai stato alcun tentennamento e ritengo neanche da parte della società. Non ho mai avuto la sensazione che questo rapporto non potesse andare avanti. Per quanto mi riguarda  mi trovo bene con ogni componente dell’ambiente e penso che la scorsa stagione sia stata caratterizzata da numeri importanti e per certi versi anche irripetibili. Subire solo 12 gol non è mai semplice ma questo è merito di tutta la squadra”. Il compito sarà duro, ma alla portata di questa Igea: “Vogliamo confermarci, una squadra parte sempre con l’intento di vincere. Il mister e tutto il suo staff sono chiamati ad un grande lavoro e noi insieme a loro. Ci sono tutte le componenti per poter fare grandi cose”.

Commenta su Facebook

commenti