L’Igea batte l’Enna con Assenzio. Jonica stesa dal Siracusa, poker di Catania

IgeaRoberto Assenzio grande protagonista contro l'Enna (foto Ciccio Saya)

L’Igea conquista i primi tre punti di vitale importanza nel quadrangolare play off grazie alla rete di Assenzio dopo un quarto d’ora di gara, ma soprattutto grazie alla prodezza di Lo Monaco su Diop in pieno recupero. Contro l’Enna è stata un’autentica battaglia sportiva: poco spettacolo, grandissimo agonismo, uno sforzo immane non solo contro un avversario ostico ma anche contro la temperatura torrida.

Igea

Il gol partita di Roberto Assenzio (foto Ciccio Saya)

I barcellonesi escono rafforzati dalla sfida e più consapevoli dei propri mezzi: squadra corta, tosta, che sa soffrire e capitalizzare le occasioni da rete che si guadagna. Difficile individuare un migliore in campo quando anche dalla panchina chi entra sfodera una prestazione maiuscola. Mister Furnari ha preparato magistralmente il match, leggendolo alla perfezione nel corso dei 90 minuti. Già mercoledì si replica contro l’Atletico Catania, sconfitto 4-2 dal Giarre, dinanzi ai sostenitori igeani, pronti dopo oltre un anno a far esplodere di passione il “D’Alcontres Barone”.

Nell’altro quadrangolare si segnalano invece i successi dell’Aci Sant’Antonio con il Ragusa (1-0) e del Siracusa contro una rimaneggiata Jonica, battuta con un netto 5-1. Dopo un’annata sorprendente la formazione di Santa Teresa di Riva paga acciacchi e assenze e al 32′ perde anche il difensore centrale Ramiro Echeverria per infortunio. Tutto facile per i locali, a segno all’8′ con Grasso su assist di Flores e poi trascinati dal poker di reti di Emanuele Catania. Gol della bandiera per Ortiz su rigore, mentre nel primo tempo era stato Esposito a sfiorare la marcatura.

The following two tabs change content below.

Francesco Straface

Ideatore di MessinaSportiva nel 2005, per tredici anni - dal 2002 al 2014 - ha lavorato nelle emittenti private TeleVip e Tremedia. Vanta alcune esperienze nella carta stampata ("Il Dubbio" e il "Quotidiano di Calabria"). Dal 2016 è tutor presso la Scuola di Giornalismo della Lumsa di Roma