L’FP Sport Messina supera di misura l’Agatirno e riparte all’inseguimento della vetta della classifica

foto15Dopo la brutta battuta d’arresto casalinga di sette giorni fa col Cefalù, riprende la marcia nel campionato di serie C Regionale dell’FP Sport Messina. I giovani messinesi, chiamati ad un difficile impegno perché orfani in panchina di coach Paladina squalificato per due turni, sono usciti vittoriosi dal PalaFantozzi di Capo d’Orlando grazie ad una prova di carattere sfoderata in una partita equilibrata, difficile e dall’esito incerto.
Il primo quarto inizia a rilento. Le due squadre pensano più a non prenderle piuttosto che ad attaccare e solo negli ultimi due minuti di gioco il ritmo si alza. La prima pausa breve ferma i contendenti sul punteggio di 9-12.
La seconda frazione conferma il massimo equilibrio e prosegue sugli stessi binari della prima. Nessuno dei due quintetti in campo riesce a dare lo strappo decisivo alla gara e le squadre vanno al riposo lungo con la FP Sport avanti di due lunghezze (25-27).

Squillaci, Ponzù, Mirenda e Bonanno (FP Sport)

Squillaci, Ponzù, Mirenda e Bonanno (FP Sport)

Nel terzo quarto si assiste al primo tentativo di allungo da parte dei peloritani che, grazie alla laedership di Cavalieri e Squillaci, si portano avanti di otto punti (32-40), subito ripresi da Busco e Strati che confezionano prima l’aggancio e poi il sorpasso (43-40). La successiva tripla di Cavalieri ristabilisce la parità ed altre due realizzazioni, una per parte, chiudono la frazione sul 45-45.
Stessa musica nell’ultimo periodo. Nuova fuga dell’FP Sport che vuole a tutti i costi la vittoria e riesce a portarsi sul 53-60 a circa tre minuti dal termine. Pronto ritorno del quintetto di coach Franza che ricuce lo strappo. Si arriva così agli ultimi cento secondi con gli ospiti ancora avanti di 3 punti (62-65) ed entrambi i quintetti in campo con diverse “seconde linee” a causa delle uscite per falli di Busco e Spampinato da una parte e Ponzù Donato, Mirenda e Perrone dall’altra. La Nuova Agatirno, nella concitazione del momento, sciupa per inesperienza alcune buone occasioni in attacco.

Mia-Baket-FP-Sport-Bonfiglio-in-azioneSuccessivamente, per non far trascorrere troppi secondi, è costretta di conseguenza a ricorrere al fallo sistematico. Dalla linea della carità Cavalieri è pressoché perfetto (10/13 alla fine per lui ai liberi) e la gara si conclude sul punteggio di 65-70.
Segnali di ripresa nella formazione peloritana dopo la recente sconfitta casalinga contro Cefalù. Una prova altalenante, con più luci che ombre, che però lascia ben sperare, in considerazione della vittoria fortemente voluta ed ottenuta su un campo tradizionalmente difficile come il PalaFantozzi.
Ancora assente il totem Sabarese, la nota lieta giunge dall’infermeria con il completo recupero del play Squillaci, oggi decisivo nel concitato finale di gara.

N. Agatirno Capo d’Orlando-FP Sport Messina 65-70
Parziali: 9-12; 25-27 (16-15); 45-45 (20-18); 65-70 (20-25)
Nuova Agatirno: Galipò, Cordici, Strati 21, Crisà, Busco 20, Ettaro, Sindoni, Randazzo 5, Giuliano 8, Munastra 3, Spampinato 8, Pappalardo. All. R. Franza.
Tiri liberi: 8/22. Falli di squadra: 27. Usciti per 5 falli: Busco e Spampinato.
FP Sport: Mirenda 3, Santoro 7, Bonanno 1, Buono 5, Cavalieri 25, Squillaci 11, Arigò n.e., Ponzù Donato 7, Greco, Perrone 11.
Note: Tiri liberi: 20/34. Falli di squadra 24. Usciti per 5 falli: Ponzù Donato, Perrone e Mirenda.
Arbitri: Centorrino G. (Venetico – ME) e Lucifero M. (Milazzo – ME).

Giorgio Busco (Nuova Agatirno), autore di

Giorgio Busco (Nuova Agatirno), autore di 20 punti

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva