Legabasket: capienza minima a 5000 posti e organico a 18 squadre i prossimi passi

Il PalaFantozzi si chiamerà PalaSikeli Archivi

Sono la capienza minima a 5000 posti e il passaggio a 18 squadre i punti qualificanti del piano quadriennale 2016-2020 che la Lega Basket aveva abbozzato nello scorso ottobre e che rielaborerà entro luglio per aprire un altro tavolo di confronto con la FIP sull’eleggibilità e su altre tematiche. Il modello cui si ispira il progetto è quello della Bundesliga tedesca, con investimenti sull’impiantistica per arrivare entro la fine della stagione 2019-20 a palasport più capienti e accoglienti; la via verso le 18 squadre pare tracciata col gradimento di FIP e LNP, nonostante il problema di conciliare le finestre per l’attività delle Nazionali a novembre e febbraio, e il calendario già compresso delle coppe internazionali (dal 2018-19 l’Eurolega salirà a 18 squadre con una regular season a 34 partite). Nell’ultima assemblea sarebbe stata ventilata anche l’ipotesi di una maxi-serie A a 24 squadre divise in due gironi da 12: l’idea non sarebbe sgradita alla FIP, ma sembra comunque improbabile che il basket diventi l’unico sport di squadra di tutta Italia ad assegnare un titolo italiano in un campionato non a girone unico.

Commenta su Facebook

commenti