Le feste rianimano l’FP Sport Messina. Cavalieri lavora duro: “Gettiamo le basi per un futuro importante”

Claudio cavalieri in azione

Il 19 ottobre stava iniziando a diventare una data quasi stregata per l’FP Sport Messina capace di imporsi con merito nella tana della Green Basket Palermo. Da allora i tifosi attendevano da settimane il successo che schiodasse i peloritani dalle secche della classifica del campionato di serie C Nazionale e dopo sette ko di fila la formazione cara al tecnico Paladina si è rialzata ottenendo un prezioso successo interno contro il New Team Crotone. Vittoria fortemente voluta da tutto l’ambiente bianco blu che ha messo per l’ennesima volta in mostra le qualità di un gruppo che non parte certamente per vincere il campionato ma punta a maturare ed accumulare esperienza in vista del futuro che vedrà ancora protagonista la massima espressione della città di Messina sul parquet.
Con negli occhi il recente successo, terzo stagionale, colto sui pitagorici il leader in campo e nello staff Claudio Cavalieri loda gli sforzi compiuti dai suoi compagni.
“C’era tanta voglia di risollevare la classifica dopo che nell’ultimo periodo abbiamo sempre lottato ma sprecato grandi occasioni in due-tre partite come quella di Capo d’Orlando. La graduatoria è molto elastica e con un filotto di successi puoi trovarti sopra la media generale. Non ci abbattiamo, tutto era preventivabile ad inizio stagione ed è normale inserirlo nel nostro processo di crescita”.
Il roster ogni settimana oltre ai numeri degli atleti più navigati manda in risalto le giocate degli under, scommesse già vinte in partenza da parte della società messinese attiva al PalaRitiro.
“La vittoria più bella è vedere i ragazzi crescere di partita in partita, il progetto può andare avanti tranquillamente. Ci sono gare dove si registrano picchi isolati, il prossimo passo per crescere è che tutti assieme riusciamo a giocare di squadra. Mi compimento con Ponzù, Squillaci, Perrone, Bellomo che stanno facendo passi da gigante aiutando la squadra ad uscire dalle difficoltà”.

Gabriele Campi è in grande ascesa in campionato

Gabriele Campi è in grande ascesa in campionato (foto Nicita)

Le ambizioni ad un giocatore che ormai da quindici anni si spende per Messina e che in carriera ha calcato anche la massima serie non possono mancare. L’entusiasmo lo accompagna ogni domenica sui parquet del Sud Italia.
“Mi diverto tanto a giocare insieme ai miei ragazzi. Vedo che anche gli altri stanno crescendo, Campi nell’ultimo mese è tornato ad essere il giocatore di alcune stagioni fa, era normale aspettarlo dopo gli ultimi due anni in cui gli mancava il ritmo della serie C. Sabarese per noi è un grande pivot, non di contorno come viene etichettato, domenica ha conquistato 14 rimbalzi ed è utilissimo. Non ci sono parole per descriverlo, sono due ragazzi che non torneranno a casa per le feste ma rimarranno in palestra ad allenarsi con noi”.
Campionato infatti che non si ferma un attimo e proporrà l’ultima giornata del girone d’andata con l’Fp impegnata nel derby esterno di Milazzo. Cavalieri non sposa positivamente questa scelta.
Non condivido il fatto di giocare anche durante le Feste perché non siamo assimilabili agli atleti professionisti. Vorrà dire che ci alleneremo dal 24 sino al 26, siamo un bel gruppo che sta insieme con piacere. Giocheremo una gara difficile contro una squadra che ha ottenuto meno di quello che meritasse, ho grande stima per Li Vecchi uomo e sportivo, sarà un bel duello”.
Oltre alla prima squadra in auge anche il movimento giovanile con i prospetti del domani impegnati in tanti campionati dove stanno ottenendo risultati lusinghieri. L’atleta di Ostia Lido è sempre molto vicino alle giovani promesse di casa Fp perché li segue in prima persona come allenatore.
“Le scelte societarie si stanno rivelando ottime e sono certo che dal prossimo anno ci tufferemo nei campionati Eccellenza, sintomo di maggiore competitività. Il fatto che i più piccoli si allenano con la prima squadra è uno stimolo a crescere velocemente. Al momento si registra un primo posto per l’under 17 Regionale e tre secondi posti per l’under 19, 15 e 14. Siamo contenti”.
In chiusura le parole di “Cavalla” destinate ad una città che ormai ha sempre più a cuore che lo vide arrivare per la prima volta nel 1999 da giovane di belle speranze quango gravitava nell’allora Pallacanestro.
“Rivolgo tanti auguri a tutti quelli che hanno lo sport nel cuore, Messina ha tanti problemi ma attraverso lo sport può risollevarsi perché è alla base di una società sana”.

Marco Sabarese, pivot dellFp Sport (foto Nicita)

Marco Sabarese, pivot dellFp Sport (foto Nicita)

Commenta su Facebook

commenti