L’Aquila spicca il volo col tiro da tre. Pozzecco: “Grandi meriti di Trento, guardiamo a gara 2”

La massima serie sullo sfondo. Erano partite in sedici ne sono rimaste soltanto due, le migliori per costanza di rendimento e qualità. La prima della classe, l’Aquila Trento di Maurizio Buscaglia contro la seconda, l’Upea Orlandina di Gianmarco Pozzecco. La coppa per la vincitrice a fare bella mostra di sé a metà campo con i vessilli delle due compagini sui lati. Teatro della finale il PalaTrento, impianto violato solo due volte in stagione (Brescia e Ferentino) più una nei playoff (Torino). Trento scrive l’1-0 nella serie con disinvoltura e la solidità al tiro, merito di un primo tempo sfavillante, chiuso a quota 52 punti, gli ospiti oppongono la loro distribuzione nel fatturato offensivo (sette uomini a segno) costretti però sempre ad inseguire durante l’arco della gara. Trento gioca con ordine, tira col 56% da tre e tocca per due volte nella gara i diciotto punti di vantaggio, la prima volta dopo un fallo tecnico comminato per proteste a coach Pozzecco, da quel momento in avanti l’Upea reagisce con un contro break di 14-2 e risale al meno sei ma è solo un attimo. Una finale per certi versi inattesa nel suo piano tattico con gli attacchi a deliziare il pubblico a fronte dell’aggressività difensiva, marchio di fabbrica di queste due squadre dal talento smisurato.

L'Orlandina in difesa

L’Orlandina in difesa

Nel secondo tempo l’Aquila scappa nuovamente via, bissando il massimo vantaggio, giocando a memoria con una precisa identità tecnica mentre l’Orlandina non morde in difesa come vorrebbe, in attacco gli esterni fanno fatica mentre i paladini registrano con soddisfazione la prova convincente del regista Laquintana arrivato in doppia cifra. La precisione dalla lunga dei bianconeri è una costante per tutta la gara (52%) con i tre piccoli Forray-Spanghero e Triche capaci di realizzare ben 59 punti in tre. Dal lato opposto l’Upea (4/21 dalla distanza) nonostante la batteria di lunghi Nicevic-Archie da 39 punti non riesce a scalfire gli ingranaggi oliati dell’Aquila e rimane a tre vittorie dalla serie A, oggi leggermente più vicina alla formazione del patron Longhi.

Al suono della sirena il tecnico Gianmarco Pozzecco non fatica ad evidenziare la brillantezza dei padroni di casa: “Abbiamo sofferto la prove degli esterni di Trento. La prima cosa da dire è che l’Aquila ha giocato alla grande sin dalla palla a due, in modo intenso. Poi dico che spesso ci lamentiamo tutti ma oggi l’arbitraggio è stato eccezionale. Siamo stati poco energici, Trento era molto più incisiva, non siamo mai rientrati nel punteggio eccetto che sul meno sei quando abbiamo avuto per due volte i tiri del possibile meno tre. Trento ha meritato la vittoria, dall’inizio alla fine ha giocato meglio, ma la serie è lunga, non è una sfida di campionato col risultato che è definitivo. Nei playoff si gioca sulla distanza, la sconfitta non pregiuduca nulla. Mi auguro che i miei ragazzi recuperino il dispendio fisico, in primis Basile e Soragna, sono preoccupato per loro. Generalmente siamo molto categorici nell’emettere i giudizi ed invece le cose stanno a metà, siamo pienamente convinti delle nostre potenzialità. Le loro percentuali ci hanno puniti, meriti a loro e demeriti nostri con le energie che sono diminuite progressivamente. Pensiamo comunque alla gara 2 di martedì sera”.

Il riscaldamento dei giocatori dell'Orladina

Il riscaldamento dei giocatori dell’Orladina

A caldo i buoni propositi in vista di gara 2 del talento pugliese Tommaso Laquintana, autore di un pregevole secondo tempo che lo ha visto chiudere la sfida con tanta personalità in regia: “Siamo consapevoli che Trento è una grande squadra, dovremo cambiare atteggiamento, specie in difesa perchè subire 91 punti è un po’ troppo. Testa a martedì perchè dobbiamo portarla casa. Sono contento della mia prestazione ma so che alla fine conta solo il risultato finale. Abbiamo perso, dobbiamo concentrarci solo su gara 2″.

Questo il commento a fine gara del play dell’Upea Orlandina Tommaso Laquintana:

Questo il video della conferenza stampa post partita dell’allenatore dell’Upea Orlandina Gianmarco Pozzecco:

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti