L’Alma Patti vince il big-match con Battipaglia e tallona l’Empoli capolista

Alma PattiPilabere in lunetta (foto Orlando)

Al PalaSerranò, nell’incontro valevole per la quattordicesima giornata, la prima di ritorno, del campionato di Serie A2 Femminile, Girone Sud, secondo successo consecutivo per l’Alma Patti, che ferma la corsa della vice-capolista Battipaglia, agganciandola a quota 20, e rimane a stretto contatto con la capolista Empoli. Buon primo tempo per le campane, che hanno anche toccato il +11, ma alla distanza è inesorabile la rimonta delle siciliane, che si impongono per 59-53. Non riuscendo quindi a ribaltare il -15 dell’andata. Patti può fare festa grazie al pressing sulla portatrice di palla, la lotta a rimbalzo, i “taglia fuori” eseguiti alla perfezione e il gioco corale.

Alma Patti

Il play Sofia Moretti in azione

Primo quarto diviso in due fasi molto diverse l’una dall’altra. Nella prima metà, le padrone di casa, con Pilabere in evidenza, provano l’immediato allungo (8-3), ma le ospiti reagiscono prontamente piazzando uno 0-10 di contro-parziale che ha in Alford la protagonista. Al 9′ Battipaglia è avanti di cinque (8-13). Nell’ultimo minuto del periodo, Patti è brava a scuotersi tornando in scia (12-13). Le ospiti partono forte in un secondo quarto che le vede allungare con decisione: è la fase difensiva l’arma in più delle biancoarancio, con Patti che fa fatica a tradurre in canestri il suo notevole potenziale offensivo.

Battipaglia, solida e concentrata, vede crescere sempre più il proprio margine (18-23 al 15’, 23-29 al 17’, 25-35 al 19’) grazie al contributo non solo di Alford, ma di tutte le sue interpreti. Le siciliane, però, oltre a qualità importanti, hanno anche carattere e lo dimostrano nell’ultimo minuto del primo tempo quando firmano un 4-0 che riduce le distanze. All’intervallo lungo, le campane sono avanti di sei (29-35). Dopo un primo tempo assai incoraggiante per Battipaglia e difficoltoso per le siciliane, il copione e la partita cambiano totalmente volto, con l’aggancio e il sorpasso di Patti. Battipaglia perde verve in attacco, realizzando la miseria di quattro punti in dieci minuti. Patti invece cresce e, completato l’aggancio al 28′, mette la testa avanti.

Battipaglia

Battipaglia era reduce da sei vittorie consecutive

È Pilabere a guidare la riscossa dell’Alma. Molto positive anche Moretti e Bardarè in marcatura su capitan Potolicchio. Al 30’ le ragazze di coach Buzzanca sono sul +3 (42-39). Nell’ultimo quarto il match è incanalato in discesa per Patti che, col vento in poppa, continua ad allungare e a sfruttare la sterilità offensiva di Battipaglia. Al 34’ le padrone di casa sono avanti di 9 (52-43) per poi toccare anche il +10 (55-45) al 36′. Le campane provano a scuotersi e a regalarsi l’opportunità di una clamorosa rimonta: Rylichova e Potolicchio le riportano sul -4 a 90″ dal termine. Le ospiti, però, si fermano lì e cadono dopo sei vittorie di fila.

Alma Patti-Battipaglia 59-53
Alma Patti: De Giovanni 9, Botteghi 3, Francia ne, Moretti 14, Pilabere 15, Miccio 4, Bardarè 3, Armenti ne, Sciammetta ne, Sarni 11. All: Buzzanca.
Battipaglia: Seka 8, Catelli 8, Potolicchio 10, Catarozzo ne, Zanetti 1, Cutrupi 4, Alford 8, Chiovato, Miani 3, Rylichova 11. All: Maslarinos.
Parziali: 12-13; 29-35; 42-39.
Arbitri: Giunta e Riggio.

Autori

+ posts

Direttore di MessinaSportiva, che ha fondato nel 2005. Ha lavorato nelle tv private messinesi TeleVip e Tremedia per 13 anni, nella carta stampata ("Il Dubbio" e il "Quotidiano di Calabria") e per 6 anni presso la Scuola di Giornalismo della Lumsa di Roma. Nel 2022 l'ingresso nel mondo dell'istruzione, a Siena.

The following two tabs change content below.

Francesco Straface

Direttore di MessinaSportiva, che ha fondato nel 2005. Ha lavorato nelle tv private messinesi TeleVip e Tremedia per 13 anni, nella carta stampata ("Il Dubbio" e il "Quotidiano di Calabria") e per 6 anni presso la Scuola di Giornalismo della Lumsa di Roma. Nel 2022 l'ingresso nel mondo dell'istruzione, a Siena.