L’Alma Patti passa nel finale a Roma e chiude il 2022 terza a -2 dalla vetta

Alma PattiL'Alma Patti celebra il successo

Al termine di un confronto molto equilibrato matura l’ottavo successo in stagione che porta nelle sfere altissime di classifica l’Alma Patti. Sul campo della Stella Azzurra Roma un match caratterizzato da diverse assenze (Botteghi e Armenti per le ospiti, Brzonova e Barbakadze per le laziali) si conclude sul punteggio di 62-68.

Alma Patti

L’Alma Patti schierata prima del via

Buona partenza nel primo quarto per la squadra di casa: 8-0 in due minuti con l’austriaca Pammer, la polacca Pelka e Perrotti a referto. L’Alma firma un contro-break di 7-0 e annulla il gap. Il sorpasso si concretizza a un minuto e mezzo dalla chiusura del primo quarto ad opera del capitano Sarni ma la Stella Azzurra Roma alza la pressione in difesa, si riporta avanti con i due liberi di Pelka per il 15-13 con cui inizia il secondo quarto.

La guardia continua a trascinare le sue compagne con la tripla del 19-16 che la portano ad essere la prima giocatrice ad arrivare in doppia cifra, con 11 punti realizzati. Match in bilico, nessuna squadra prende il sopravvento e si procede con le due compagini sempre incollate. Patti si porta in vantaggio sul 29-32 a sessanta secondi dall’intervallo lungo col jumper di Perrotti a mandare le due squadre a riposo sul 31-32 ospite.

Alma Patti

Silvia Sarni in difesa (foto Marco Teatini)

Prosegue l’equilibrio al rientro in campo, le siciliane prendono leggermente l’inerzia ma senza mai staccare le romane, come attesta il 34-36 sul tabellone a metà quarto. Pammer guida la Stella Azzurra Roma sul 38 pari, poi Bucchieri dà il nuovo sorpasso sul 40-38 a tre minuti e mezzo dal termine della terza frazione. La Stella non scava il solco perché la tripla nell’ultima azione di De Giovanni conclude il terzo quarto sul 44-45.

Ancora la coppia Degiovanni – Sarni prova a lanciare la squadra di coach Buzzanca ad inizio ultimo quarto, con le siciliane a raggiungere il +7 dopo due minuti (46-53). La gara resta viva perché il gioco da tre punti di Bucchieri e le iniziative di Perrotti portano a un finale da giocare punto a punto. Patti avanti di tre punti, le nerostellate non riescono ad agganciare le siciliane che negli ultimi secondi dalla lunetta sul fallo sistematico riescono ad incrementare il vantaggio fino al definitivo +6 e riportarsi in scia alla capolista.

Alma Patti

Erica Degiovanni al tiro (foto Marco Teatini)

Stella Azzurra Roma – Alma Basket Patti 62-68
Parziali: 15-13; 31-32; 44-45.
Stella Azzurra Roma: Pammer 7, Prosperi 4, Ndiaye, D’Arcangeli, Collovati, Nikolic 14, Zangara, Perrotti 16, Pelka 13, Bucchieri 8, Garofalo All. Chimenti.
Alma Basket Patti: Degiovanni 17, Botteghi n.e., Francia, Moretti 14, Pilabere 15, Miccio 12, Bardarè, Armenti, Sciammetta, Sarni 10. All. Buzzanca.

I Risultati: E-Gap Stella Azzurra Roma – Alma Basket Patti 62 – 68
USE Rosa Scotti Empoli – Cestistica Spezzina 70 – 51
Pall. Vigarano – O.ME.P.S. Afora Givova Battipaglia 58 – 75
Basket Girls Ancona – ARAN Cucine Panthers Roseto 49 – 56
CUS Cagliari – Techfind San Salvatore Selargius 52 – 61
La Bottega del Tartufo Umbertide – Halley Thunder Matelica 49 – 74
Azimuth Wealth Management Savona – Il Palagiaccio P.F. Firenze  Non disputata

La Classifica: O.ME.P.S. Afora Givova Battipaglia e USE Rosa Scotti Empoli 18 punti, Cestistica Spezzina*, Alma Basket Patti e Halley Thunder Matelica 16, Il Palagiaccio P.F. Firenze*, Techfind San Salvatore Selargius e La Bottega del Tartufo Umbertide 14, Azimuth Wealth Management Savona* 10, E-Gap Stella Azzurra Roma 8, ARAN Cucine Panthers Roseto*, Pall. Vigarano e Basket Girls Ancona 6, CUS Cagliari 2. * una partita in meno

Autori

+ posts