L’Alma Patti gioca a sprazzi ma supera la Virtus Eirene Ragusa

Alma PattiAlma Patti

Nella 5° giornata di ritorno del Campionato di Serie B Femminile, l’Alma Basket Patti vince contro la Virtus Eirene Ragusa 47-43, al termine di una gara giocata con poca grinta e tanta sofferenza. L’incontro è iniziato con il toccante minuto di silenzio osservato in memoria dell’icona del basket mondiale, Kobe Bryant, scomparso tragicamente domenica 26 gennaio, insieme alla figlia Gianna e ad altre sette persone, in un incidente in elicottero. E dopo il primo canestro realizzato dagli ospiti, il match è stato interrotto per il lancio in campo di centinaia di peluche da parte degli spettatori presenti al Palaserranò (che hanno aderito all’iniziativa “l’Alma dona un sorriso”), i quali sono stati donati alle associazioni onlus e ai reparti di pediatri degli ospedali della provincia.

Alma Patti ricorda Kobe Bryant

Alma Patti ricorda Kobe Bryant

Le ospite hanno un miglior spunto iniziale alla gara, e lo dimostrano segnando un mini break di 2-7, ma sul finire del primo quarto, grazie a Mariana Kramer e un strepitosa Giulia Merrina, l’Alma rimette in equilibrio la partita superando gli avversari (13-10). Nel secondo quarto l’Alma prova ad allungarsi, ma non riesce a concretizzare le varie azioni in attacco e andando al riposo lungo sul punteggio di 25-24. Al rientro, le due squadre provano ad alzare il ritmo in campo, ma calano le percentuale sotto canestro per entrambe le compagini. Ma grazie alle incursioni della giovane Claudia Coppolino che recupera palloni importantissimi e subisce diversi falli, consente alla squadra di casa di raggiungere l’ultima frazione di gioco con un margine di vantaggio di +6 37-31. Negli ultimi 10 minuti prima, l’inossidabile Mariana Kramer e poi Ilaria Ingrassia e Francesca Chiarella, continuano a spingere le proprie compagne ad osare di più, ma si prosegue punto a punto e negli ultimi minuti di gioco, le ospiti sbagliano diversi canestre che consentono la squadra di casa di festeggiare questa nuova ed ennesima vittoria.

Sicuramente, il campionato falsato per l’uscita del Priolo dalla competizione, crea qualche problema all’Alma che non gioca tutte le settimane, ma è stata una gara che ha mostrato delle criticità nel roster a disposizione di Mara Buzzanca, che farà sicuramente riflettere la società pattese. La prestazione di alcune atlete pattesi in campo, sono state evanescenti (gara da dimenticare per Craciun e Lombardo), con conseguenti segnali di smarrimento per tutto il gruppo che, nonostante molti palloni persi sia in attacco, ma soprattutto in difesa e creando non pochi patemi d’animo al presidente Attilio Scarcella, è riuscito ugualmente ad uscire fuori dalle impasse, vincendo l’importante partita.

Alma

Testa ora a sabato, quando in trasferta, l’Alma affronterà la forte Rainbow Catania. L’imperativo è vincere per continuare a sognare il traguardo della serie A2.

Tabellino
Alma: Grilli 2, Lombardo 1, Chiarella 10, Kramer 15, Craciun 7, Merrina 11, Coppolino 1, Sciammetta, Ingrassia, Diuf.
Parziali: 13-10, 25-24, 37-31, 47-43.

Commenta su Facebook

commenti

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva