L’Alma Patti dilaga a Vigarano con 35 punti di Botteghi. Quarto successo di fila

Alma PattiBotteghi grande protagonista con 35 punti

L’Alma Patti conquista la quarta vittoria consecutiva nel “lunch match” in terra emiliana contro Vigarano con un punteggio netto e indiscutibile, 68-93. Le siciliane giocano una grande partita in attacco, guidate dalla prestazione mostruosa di Botteghi: 35 punti con 11/16 dal campo e 7 rimbalzi. Pilabere, Miccio e Moretti mettono il loro mattoncino tutte in doppia cifra, per Vigarano 17+9 di Olajide. In classifica consolidato il secondo posto a pari merito con Firenze e La Spezia, a due punti dalla capolista Empoli.

Alma Patti

Karline Pilabere sotto canestro

Per Vigarano, che ritrovava da ex Sarni, è il terzo ko consecutivo contro Patti. Le ospiti hanno cominciato con il piede pigiato sull’acceleratore e non hanno lasciato speranze alle biancorosse del coach Massimo Borghi, prive di Grymek (stagione finita) e Marchi. Sotto 10-24 al 10’, Vigarano fa suo il secondo parziale (23-18), ma nel terzo quarto è doppiata (16-33) e la gara, di fatto, finisce al 30′. Gli ultimi dieci minuti sono un lunghissimo “garbage time”, il divario non cala e Patti vince con merito. Le siciliane hanno mostrato concentrazione, intensità sotto i tabelloni e determinazione. Alla solita Botteghi si sono aggiunte Miccio (15 con 3/5 da tre), Moretti (14) e Pilabere (12). Sul parquet ha ben figurato l’intero gruppo. Determinante anche la difesa, netto il predominio a rimbalzo (44-34).  Il prossimo impegno contro Savona, ferma a metà classifica con 6 punti all’attivo.

Pallacanestro Vigarano-Alma Patti 68-93
Vigarano: Sorrentino 11, Perini 9, Bocola 12, Olajide 17, Cecili 7, Edokpaigbe 5, Conte 2, De Rosa, Sammartino 4, Armillotta, Pepe 1, Marchi ne. All. Borghi.
Alma Patti: De Giovanni 5, Botteghi 35, Pilabere 12, Miccio 15, Sarni 7, Francia 2, Moretti 14, Bardarè ne, Armenti, Sciammetta 3. All. Buzzanca.
Arbitri: Gallo e Tognazzo. Uscite per cinque falli: Bocola e Olajide.

+ posts

Direttore di MessinaSportiva, che ha fondato nel 2005. Ha lavorato nelle tv private messinesi TeleVip e Tremedia per 13 anni, nella carta stampata ("Il Dubbio" e il "Quotidiano di Calabria") e per 6 anni presso la Scuola di Giornalismo della Lumsa di Roma

+ posts