L’allenatore Peppe Furnari: “Messana, la grande occasione della mia carriera”

 “L’obiettivo sarà sempre e comunque quello di far bene, indipendentemente dalla categoria che andremo a disputare con la Messana. Chi mi conosce sa benissimo che non mi piace perdere, per cui l’impegno sarà massimo”. Sono le prime parole di Peppe Furnari da allenatore del glorioso sodalizio messinese, sulla cui panchina si appresta a disputare la stagione 2014/15. E il suo tono appare abbastanza entusiasta: “Per me sarà un immenso piacere – prosegue il 43enne mister – allenare un club serio come la Messana che ha 48 anni di storia. Ecco perché, quando il dirigente-giocatore Ciccio De Luca mi ha prospettato tale possibilità, ho subito espresso il mio gradimento. Avrò inoltre modo di lavorare sin da inizio stagione, e di poter quindi programmare e costruire l’organico della prima squadra”.

Tra l’altro alla Messana si sono appena aggregati alcuni ex dirigenti del Riviera, nelle cui file lei ha militato sino all’inizio della stagione in corso

“Premesso che ero stato già contattato in precedenza dalla Messana, mi ha fatto piacere ritrovare Lorenzo Arrigo, Pasquale Pastura e Felice Cordima, tutta gente che conosco e apprezzo. Li ringrazio per aver espresso il loro consenso alla mia nomina come allenatore”.

Logo MessanaQuali saranno gli obiettivi specifici di classifica in vista dell’annata 2014/15?

“Prima dovremo conoscere la categoria che andremo a disputare, dato che la Messana intende dapprima tentare la carta del ripescaggio. E’ chiaro che un’avventura in Promozione sarebbe molto più stimolante, ma anche un’eventuale permanenza in Prima Categoria ci consentirebbe di affrontare una competizione ad alti livelli”.

I suoi prossimi passi operativi?

Tengo a sottolineare che mi muoverò di concerto con la dirigenza. Pertanto abbiamo intenzione di tenere uno stage per juniores in luogo e data da stabilirsi, ma nel contempo ci muoveremo anche per allestire l’ossatura della squadra. A tal proposito, ho ricevuto “carta bianca” per pescare tra gli elementi vincolati della stessa Messana e del Riviera, che fossero disponibili a intraprendere quest’avventura. Chi mi conosce sa che io faccio leva soprattutto sulla professionalità degli atleti, prima ancora dell’aspetto tecnico. Più avanti, una volta conosciuta la categoria, fisseremo la data d’inizio della preparazione precampionato”.

Intende ancora svolgere la doppia funzione di allenatore-giocatore?

La mia volontà è quella di occuparmi esclusivamente della parte tecnica.  Ma ciò non toglie che – qualora si presentassero difficoltà dovute a squalifiche o infortuni – sarei pronto a dare una mano anche sul campo”.

Sul piano personale, cosa si aspetta da quest’esperienza con la Messana?

E’ la seconda volta che ho la possibilità di iniziare la stagione sulla panchina. Tuttavia sento che questa potrebbe essere, per me, una grande occasione da sfruttare sino in fondo”.

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti