L’Acr Messina cala un poker di reti al Troina. Scatta il countdown per la C

Acr MessinaL'Acr Messina celebra una rete a Troina

Partono meglio i locali, che sullo 0-0 centrano un clamoroso palo con Rizzo. Poi si scatenano gli ospiti, che chiudono il match nell’arco di appena tre minuti, con le reti di Lomasto, di testa su corner, e Aliperta, dalla lunga distanza. Nella ripresa anche gli splendidi sigilli di Cristiani e Cretella. A tre giornate dal termine la promozione è ormai in cassaforte. 

Aliperta

Il saluto tra i capitani Aliperta e Ficarrotta

Il pre-partita. Cretella rappresenta l’unica novità nell’undici titolare proposto da Novelli a Gagliano Castelferrato. In panchina si rivedono Sabatino e Arcidiacono, ai box da qualche settimana al pari di Cascione. Indisponibile ovviamente Addessi. Tra i rossoblu spicca la presenza di Ficarrotta, in passato protagonista con le maglie di Sancataldese e Palermo, a inizio stagione in forza al Sant’Agata.

La cronaca. Partono meglio i locali, anche se non ci sono particolari sussulti in avvio. Al 12′, al primo vero affondo, Aperi cade in area, ma per l’arbitro è tutto regolare nonostante le vibranti proteste locali. Altre due palle gol per il Troina: Caruso respinge la conclusione dalla distanza di Ficarrotta, poi è Aperi a non inquadrare i pali. Troina vicino al vantaggio al 19′. Pregevole lo scambio tra Rizzo e Ficarrotta, che smarca di tacco il compagno: il pallone è respinto dal palo. Dopo avere rischiato di andare sotto l’Acr si scatena e nel breve volgere di tre minuti ipoteca il successo. Al 22′ è Lomasto decisivo di testa sugli sviluppi di un corner, proprio come era accaduto a Paternò. Poi è da applausi la rete da fuori area di Aliperta, che con una splendida conclusione a giro firma la sua sesta marcatura in stagione. Fanno festa la proprietà e la dirigenza a bordo campo e la panchina giallorossa.

Lomasto

Lomasto in rete di testa su corner come a Paternò

Dopo un bello spunto di Cretella, al 34′ Mbaye è provvidenziale su Cristiani. A questo punto sale in cattedra Caruso, altro splendido protagonista della seconda metà di campionato dell’Acr. L’estremo difensore si esalta su Aperi e soprattutto al 37′ sulla punizione di Ficarrotta. Al 41′ su Rizzo, che ci prova a botta sicura, è decisiva invece a pochi metri dalla linea di porta la chiusura di Lomasto. Prima dell’intervallo ci riprova Aliperta, che sfiora il clamoroso bis dalla distanza. L’Acr può rientrare negli spogliatoi soddisfatto per avere già indirizzato il match con largo anticipo.

In avvio di ripresa Vacca manca di poco il colpo grosso. All’ 11′ ci prova il capocannoniere Foggia, ma questa volta Aiolfi risponde presente. Al 19′ l’Acr cala il tris: Cristiani lascia partire da fuori area un destro che non lascia scampo all’estremo difensore del Troina. Passano quattro minuti e arriva anche il definitivo poker. Ancora una rete da fuori area dopo la pregevole iniziativa personale di Cretella che con una strepitosa conclusione a giro e infila la sfera nell’angolo, realizzando anche la sua terza rete in giallorosso. Sul quadruplo vantaggio Novelli dà spazio a Manfrellotti, Crisci, Oggiano, Lavrendi e Arcidiacono. Non accade più nulla. L’Acr può fare festa: a tre giornate dal termine la promozione è ormai in cassaforte: quattro i punti di vantaggio da gestire sul Fc Messina secondo, nove quelli ancora in palio.

Cristiani

Cristiani a segno dalla lunga distanza: una delle splendide reti di giornata

Il tabellino. Troina-Acr Messina 0-4
Marcatori: 22′ pt Lomasto, 24′ pt Aliperta, 19′ st Cristiani, 23′ st Cretella.
Troina: Aiolfi, Puleo (20′ st Giuffrida), Neri, Mbaye, Ciccone, Di Grazia (28′ st Palermo), Guerci, Kamara, Ficarrotta (23′ st Dembele), Rizzo (12′ st Padovani), Aperi (28′ st Mascara). In panchina: Cantarero, Diara, Calaciura, Longo. Allenatore: Giuseppe Mascara.
Acr Messina: Caruso, Mazzone, Lomasto, Boskovic, Giofrè, Cristiani, Aliperta (34′ st Lavrendi), Vacca (43′ st Arcidiacono), Bollino (33′ st Oggiano), Foggia (26′ st Manfrellotti), Cretella (26′ st Crisci). In panchina: Lai, Cascione, Sabatino, Cunzi. Allenatore: Raffaele Novelli.
Arbitro: Giorgio Di Cicco di Lanciano.
Assistenti: Giovanni Boato di Padova e Matteo Gentile di Isernia.
Note – Ammoniti: Lomasto (M), Puleo (T), Ficarrotta (T), Cretella (M), Di Grazia (T), Mascara (T), Guerci (T). Recupero: 1′ pt, 4′ st. Corner: 5-3.

The following two tabs change content below.

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva