Il Fc Messina supera la Gelbison e ipoteca il secondo posto. Decide Fissore

Fc MessinaIl Fc Messina celebra la tredicesima vittoria interna del torneo (foto Giuseppe Contarini)

La formazione di Costantino vince per la tredicesima volta tra le mura amiche e stacca i campani a tre giornate dal termine. Determinante la marcatura del difensore, la terza in staagione, dopo l’infortunio di Piccioni, che ha costretto Costantino a proporre dalla panchina già in avvio l’argentino Caballero, acciaccato. 

Agnelli

La progressione di Agnelli (foto Giuseppe Contarini)

Il pre-partita. Quartultimo turno di campionato in serie D con in agenda al “Franco Scoglio” il big match tra Fc Messina e Gelbison determinante in chiave seconda posizione. Mister Costantino riporta Coria nell’undici titolare, l’argentino giostrerà dietro le punte Piccioni e Bevis. Mister Costantino, al rientro dopo un turno di squalifica, conferma il 4-3-2-1 che cambia in fase di non possesso. Arena è mezzala con Lodi, Coria agisce sulla linea di Bevis e Agnelli alle spalle di Piccioni. Out Domenico Marchetti, Carbonaro, Giuffrida e Garetto. Ferazzoli è privo di De Foglio, Onda e Sparacallo, risponde con il 3-5-2 con l’ex Acr Bruno in difesa, Mesina e Gagliardi in attacco.

La cronaca. Buona partenza per l’Fc Messina in maglia bianca, al 1’ azione personale del rientrante Agnelli che calcia a lato da fuori area. All’8’ bel contropiede ispirato da Coria per Bevis, il francese riserva il suo compagno che tira di prima ma D’Agostino para in presa bassa. Al 10’ corner ospite di Uliano e Marone va leggermente a vuoto in uscita. Al 18’ esce Piccioni per un infortunio alla caviglia, l’attaccante ex Maceratese prova inizialmente a rimanere in campo ma viene rilevato subito da Caballero. Al 24’ pregevole lob a scavalcare la difesa di Arena per Cangemi ma l’offside blocca il tutto. Al 28’ sblocca la gara l’Fc Messina. Bevis conquista un angolo, Lodi calcia corto per Arena che crossa al centro e Fissore con un tocco d’esterno buca D’Agostino. Per il difensore è la terza rete stagionale, che arriva tra le mura amiche come quelle con Marina di Ragusa e Licata. Al 32’ bella conclusione da fuori area di Mesina bloccato da Marone. Al 41’ Arena entra in area su suggerimento nel breve di lodi il suo tiro viene sventato all’ultimo momento dalla difesa ospite. Al 44’ giallo pesante per Agnelli, che salterà per squalifica la gara col Castrovillari.

Fissore

Fissore celebra la sua terza marcatura stagionale (foto Giuseppe Contarini)

Alla ripresa subito un triplo cambio ordinato da mister Ferazzoli. Entrano Maiorano, Romano e Stancarone che rivoluzionano l’undici campano. E’ proprio con Stancarone al 4’ st che la Gelbison costruisce la prima emozione andando vicino al pareggio, l’esterno mette scompiglio nella difesa di casa con una serpentina sull’out, la palla arriva a Maiorano che da fuori area con un tiro potente sfiora il palo alla destra di Marone. Al 6’ gran tiro da fuori di Gagliardi e Marone devia in corner. Al 16’ st punizione tagliata di Lodi, l’estremo difensore D’Agostino deve respingere di pugno. Al 18’ contropiede pericoloso di Graziani, sul cross basso salva alla disperata Da Silva deviando in angolo. Al 23’ st l’Fc chiede un rigore su Bevis per fallo di Romano ma il sig. Canci non è dello stesso avviso. Doppia occasione per i padroni di casa al 28’, arena serve con un lob Bevis che di testa impegna in uscita aerera D’Agostino, sugli sviluppi dell’azione Arena prova un’incursione personale contratta dalla difesa rossoblu. Al 32’ st lo specialista Uliano dall’out destro impegna Marone. Al 37’ st altra occasionissima per la Gelbison con Stancarone che entra in area e calcia potente, Marone si oppone, sulla sua respinta Rossi calcia ma in modo sporco e l’estremo difensore blocca in presa. Al 39’ st strepitosa serpentina di Arena che supera tre uomini e da solo si lancia in porta, D’Agostino salva alla disperata. Al 90’ Marchetti affossa in area Gagliardi, il rigore appare netto ma l’arbitro fischia la simulazione. L’azione però è viziata perché non viene sanzionato inspiegabilmente un fallo su Bevis con un contropiede solare annullato ai padroni di casa. Dopo sei minuti di recupero l’Fc porta a casa il successo che vale un’ipoteca sul secondo posto a tre turni dalla fine del torneo ma conferma i quattro i punti di distacco dalla capolista Acr.

Il tabellino. Fc Messina-Gelbison 1-0
Marcatore: 28’ Fissore.
Fc Messina: Marone, Cangemi (42’ st Bianco), Da Silva, Fissore, Ricossa, Agnelli (38’ st Palma), Lodi, Arena (40’ st Casella), Coria (28’ st Marchetti A.), Bevis, Piccioni (18’ pt Caballero). A disp.: Monti, Romano, Panebianco. All.: Costantino.
Gelbison: D’Agostino, Bruno (36’ st Rossi), Mautone, D’Orsi (Stancarone 1’ st), Graziani, Pipolo (Romano 1’ st), Uliano, Dayawa (1’st Maiorano), Guadagno (10’ st Ziroli), Mesina, Gagliardi. A disp.: Gesualdi, Mainenti, Corio, Bonfini. All.: Ferazzoli.
Arbitro: Canci di Carrara.
Assistenti: Bianchi di Pistoia e Linari di Firenze.
Note – Ammoniti: Pipolo (G), Agnelli (Fc), Bruno (G), Arena (Fc), Uliano (G).

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva