Novelli: “Non bisogna cedere un millimetro. Sta emergendo la nostra qualità”

Raffaele NovelliIl tecnico dell'Acr Messina Raffaele Novelli in piedi a bordo campo (foto Paolo Furrer)

Il tecnico dell’Acr Messina Raffaele Novelli non si esalta neppure adesso che la promozione in C è ormai soltanto questione di matematica. A farlo arrabbiare l’inizio in salita, in cui il Troina avrebbe anche potuto trovare un meritato vantaggio: “C’è stato un approccio sbagliato, non l’avevamo preparata così. Poi il doppio vantaggio ha risolto le cose ma nella prima parte non abbiamo fatto bene. Nei primi 20-25 minuti abbiamo inseguito i loro uomini, sbagliando le ripartenze e rincorrere ti porta a dispendere tante energie. Poi abbiamo preso le misure e trovato due gol”. 

Aliperta

L’eurogol di Aliperta da fuori area

Ai microfoni di Radio Amore, l’allenatore campano ha comunque rimarcato i tanti pregi mostrati da un gruppo sempre più consapevole della propria forza: “Alla distanza sono emersi i nostri valori e la continuità, in una partita molto diversa dalla precedente. La squadra ha letto bene il match: siamo battaglieri, abbiamo trovato spesso la conclusione e messo in difficoltà l’avversario. In rosa abbiamo elementi con tante caratteristiche differenti. Abbiamo mostrato intelligenza, maturità, qualità tra le linee, che è migliorata sensibilmente rispetto a inizio campionato. Abbiamo alzato i ritmi: siamo ormai all’80%, ma non del tutto vicini alla mia idea di calcio”. 

Nonostante la festa sia praticamente già partita, Novelli predica la solita ricetta, che in fondo è alla base di una stagione trionfale:Non bisogna mollare un millimetro sul campo, quello è fondamentale. Dobbiamo mantenere l’attenzione e la concentrazione massima in queste due settimane di sosta, per non dare vantaggi ai nostri avversari. L’unico pensiero deve essere la trasferta di Licata. Alla fine alzeremo la testa, guarderemo la classifica e se saremo stati bravi potremo festeggiare”. 

The following two tabs change content below.

Francesco Straface

Ideatore di MessinaSportiva nel 2005, per tredici anni - dal 2002 al 2014 - ha lavorato nelle emittenti private TeleVip e Tremedia. Vanta alcune esperienze nella carta stampata ("Il Dubbio" e il "Quotidiano di Calabria"). Dal 2016 è tutor presso la Scuola di Giornalismo della Lumsa di Roma

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva