La Zuiki Spadafora chiude trionfalmente la stagione regolare e si concentra sulla fase ad orologio

La palla a due
La palla a due

I giocatori del Castanea in attesa della palla a due

Nel campionato di serie D la Zuiki Spadafora continua la sua marcia inarrestabile, e mette a segno anche l’ultimo punto esclamativo sulla regular season. A farne le spese, questa volta, sono stati i cugini dell’Alias Barcellona. Tra le due compagini, visti i forti legami affettivi che le avvicinano, vorremmo sempre vedere partite accese e combattute nel punteggio ma nella massima correttezza sul parquet. Purtroppo però, quest’anno Spadafora è una vera e propria schiacciasassi. Grazie ad un primo quarto fantastico i ragazzi di coach Maganza hanno aperto e chiuso immediatamente la pratica Barcellona con un perentorio parziale di 2-26. Il resto della partita, tutto sommato, è stata semplice amministrazioni del punteggio per la Zuiki, che le è valsa l’ennesima affermazione consecutiva, la dodicesima, ed una prima fase di campionato terminata in grande stile. Come spesso accade nelle partite emotivamente più attese, si sono viste scene di nervosismo ed agonismo ai limiti del regolamento sportivo.

Il play Filippo Biondo (Spadafora), autore di

Il play Filippo Biondo (Spadafora), autore di 6 punti

La tensione nervosa dell’Alias ha contrassegnato tutto l’incontro ed è infine sfociata nella doppia espulsione di Molino e Pettineo. Nonostante questi spiacevoli eventi di cui non vorremmo mai raccontare, Spadafora ha motivo di festeggiare. Archiviata la prima fase, infatti nel prossimo turno il team giallo nero osserverà il turno di riposo, ci si dovrà preparare alla delicata fase ad orologio, non prima però di aver fatto qualche bilancio. La Zuiki può ritenersi più che soddisfatta di aver chiuso a punteggio pieno, e vale a dire con ventiquattro punti, scaturiti da dodici vittorie in altrettante partite, senza mai inciampare in una sconfitta.
Questo la personale disamina di coach Maganza: ”Bisogna fare un plauso a questi ragazzi, che hanno avuto il merito di fare sembrare semplice ogni partita disputata, un elogio particolare va rivolto ai vari Biondo, Molino, Barbera, Stuppia E., Pollicino, Sindoni, Nome fermo, Scibilia, Squadrito, delle vere e proprie scommesse che però stanno ripagando a pieno la fiducia della società”.
La sua squadra, bisogna riconoscerlo, ha risposto bene ad ogni chiamata, ma sempre dando il massimo sul parquet, sudando per conquistare ogni pallone, considerato che, tutte le squadre affrontate, hanno a loro volta fatto del proprio meglio per provare a piegare gli Spartans.

L'allenatore degli Spartans Luigi Maganza

L’allenatore degli Spartans Luigi Maganza

Alias Barcellona–Zuiki Spadafora 48-71
Parziali: 2-26; 20-47 (18-21); 32-56 (12-9); 48-71 (16-15)
Alias: Munafò, Coppolino, Pettineo, Varotta 10, Italiano, Catanesi 9, Rucci  6, Crisafulli 3, Pirri F. 3, Pirri G. 12. All: Varotta
Zuiki Piero Lepro Group: Barbera, Stuppia E. 1, Biondo 6, Squadrito, Sindoni, Vento 7, Busco 9, Molino 5, Mobilia 9, Stuppia I. 34, Nomefermo, Pollicino. All: Maganza

La classifica: Spadafora 24 punti; Costa d’Orlando 16; Bagheria 10; Alias Barcellona 8; Cus Palermo e Castanea 6*; Basket School 4.
* due punti di penalità

Commenta su Facebook

commenti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com