Barcellona sogna di vivere un’altra notte da cuori forti. Fantoni: “Giocheremo per regalare alla nostra gente una grande gioia”

L'esultanza a Trapani sotto i propri tifosi dei giocatori della Sigma Barcellona
L'esultanza a Trapani sotto i propri tifosi dei giocatori della Sigma Barcellona

L’esultanza sotto i propri tifosi dei giocatori della Sigma Barcellona a Trapani

La squadra ed il suo presidente che esultano sotto la curva assiepata da oltre cinquecento sostenitori, giunti con ogni mezzo da Barcellona. E’ l’istantanea che ci ha lasciato in eredità il derby del PalaIlio di Trapani, coinciso con la seconda vittoria consecutiva della truppa di Marco Calvani, la quinta stagionale in trasferta che ha rialzato le quotazioni d’alta classifica della Sigma Barcellona, attualmente al quarto posto ed aumentato in maniera esponenziale l’attesa di un’intera città per il secondo derby consecutivo, quello in programma mercoledì sera al PalaFantozzi di Capo d’Orlando, già sold out con un giorno d’anticipo (palla a due alle ore 20,30; arbitri i sigg. Boscolo, Gagliardi e Chersicla). Per un curioso scherzo del destino, così come avvenuto nel girone d’andata, la sfida tra le due massime realtà della nostra regione si giocherà nuovamente in infrasettimanale a poche ore di distanza dai precedenti impegni di campionato. Inutile sottolineare il fascino di una sfida che rappresenta il più classico degli spot del movimento cestistico non solo di una provincia ma dell’intera Isola che metterà di fronte due squadre ma anche soprattutto due differenti filosofie d’intendere la pallacanestro, divise da un sano campanilismo ed accomunate dalla voglia di stupire con le proprie ambizioni il panorama della palla a spicchi nazionale.

La gioia del presidente Bonina

La gioia del presidente Immacolato Bonina

All’andata l’Orlandina, espugnando il PalAlberti, (79-84 il finale in un match deciso dalle sei triple di Basile) iniziava a costruire la sua striscia record di vittorie che è arrivata a toccare tredici vittorie in quindici partite, portando la truppa di Pozzecco dall’ultimo posto fino al primo in condominio con Trento. I paladini, che si sono fermati sabato sera nell’anticipo di Ferentino in una gara decisa negli istanti finali, cercheranno un pronto riscatto davanti al pubblico amico ma troveranno sulla propria strada i cugini giallorossi, galvanizzati dall’ultimo, autoritario successo di Trapani. Una sfida che ha espresso appieno tutte le qualità della squadra del presidente Bonina con un secondo tempo dominato da quello che con oltre 83 punti di media è il migliore attacco della categoria, come testimoniato da un parziale di 59-39 che ha annichilito la resistenza dei granata padroni di casa, la squadra più in forma del mese di gennaio. Nonostante i tanti riflessi positivi derivati dalla vittoria, il gruppo di Calvani adesso non ha più tempo di specchiarsi ma deve prepararsi ad una nuova partita spettacolo in casa della vice capolista del campionato che metterà di fronte tanti giocatori dal pedigree di assoluto livello.

Tommaso Fantoni conquista un rimbalzo d'attacco

Tommaso Fantoni conquista un rimbalzo d’attacco

Ci avviciniamo alla palla a due con l’analisi di Tommaso Fantoni, pivot della Sigma Barcellona ed uno dei colpi di mercato estivi più pregiati, che a Trapani ha entusiasmato i propri tifosi con una prestazione da 20 punti con un ottimo 72% al tiro da due e l’aggiunta di 9 rimbalzi: “Sapevamo di affrontare per tante ragioni una partita difficile perché i nostri avversari attraversavano un periodo roseo ed in casa sono particolarmente temibili. Nonostante le difficoltà a livello di infortuni in settimana abbiamo lavorato molto bene e nel corso della gara siamo stati sempre lucidi, gestendo al meglio la situazione falli di Filloy sfruttando l’intercambiabilità di Natali e Ganeto sotto canestro. Tutti meritano la sottolineatura per una prestazione autoritaria ed una vittoria legittimata con un grande secondo tempo”.
La squadra inseguiva fortemente la vittoria che regala il 2-0 negli scontri diretti con una diretta avversaria, il saluto sotto la curva è stata l’immagine più bella che rinsalda un connubio con i propri appassionati tifosi: “Sappiamo tutti i sacrifici che la gente fa per seguirci così lontano da casa. Vogliamo vincere per loro e siamo i primi ad essere felici quando le cose vanno bene, magari c’è stato qualche periodo in cui siamo incappati in delle difficoltà ma in una stagione ci sta. La tifoseria è fondamentale per noi, da qualche settimana si respira un’aria nuova, un bel clima, dobbiamo fare in modo di prolungare la positività del momento”.
Infine spazio all’attualità che si chiama Orlandina, una sfida difficile contro una squadra che non regalerà nulla proponendo sul parquet l’atteso duello tra il lungo livornese ed il croato Nicevic: “E’ una formazione piena di campioni. Vorrei mettere la firma per arrivare all’età di Sandro (Nicevic, ndc) nelle sue condizioni. Non ci conosciamo direttamente ma la sua classe non è un mistero e precede il giocatore croato. E’ un giocatore straordinario, che tanto bene ha fatto anche con la sua nazionale ma sono convinto che in una partita del genere saranno tanti i duelli che possono cambiare l’inerzia e la parola definitiva verrà scritta dalla squadra nel suo complesso con le proprie qualità”.

Sandro Nicevic (Orlandina), parole d'elogio per lui dal "collega" fantoni

Sandro Nicevic (Orlandina), parole d’elogio per lui dal “collega” Fantoni

Commenta su Facebook

commenti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com